domenica, Luglio 3, 2022
HomeNotizie di CronacaBusiness dei migranti a Giugliano: scoperta struttura di accoglienza con pareti di...

Business dei migranti a Giugliano: scoperta struttura di accoglienza con pareti di cartone e senza bagni

L’inchiesta ha portato al sequestro di 1,5 milioni di euro nei confronti di sei imprenditori componenti di un gruppo imprenditoriale che si occupa di accoglienza ai migranti nel litorale Domitio.

Mancava tutto. Anzi, c’era tutto, ma era solo scena. E’ quello che hanno scoperto i militari della Guardia di Finanza di Napoli in una struttura di accoglienza per migranti a Giugliano, dichiarata ai fini urbanistici “sala per banchetti”, in cui le Fiamme gialle hanno trovato pareti delle stanze in cartone e water soltanto appoggiati al muro e non collegati alle fogne. L’operazione, tra Napoli e Giugliano in Campania, ha portato al sequestro preventivo di beni e disponibilità finanziare per oltre 1,5 milioni di euro. Sotto indagine sei imprenditori del settore turistico-alberghiero, componenti di un gruppo imprenditoriale che si occupa di accoglienza ai migranti nel litorale Domitio.

Secondo gli inquirenti, gli imprenditori, nei confronti dei quali pendono accuse per i reati di turbata libertà degli incanti e di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, sarebbero stati ammessi ai bandi pubblici solo grazie alla presentazione di perizie false. L’indagine è partita dopo una segnalazione successiva a una manifestazione di protesta degli stessi migranti del posto per le condizioni delle strutture.

“Gravissime le accuse mosse dalla Procura di Napoli nei riguardi di un gruppo imprenditoriale campano che traeva benefici dalla truffa sulla gestione dell’accoglienza migranti architettata in provincia di Napoli. Turbata libertà degli incanti e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche sono i reati ipotizzati dai pm. Vergognose le false attestazioni di idoneità delle strutture con le quali si ottenevano, secondo gli inquirenti, enormi vantaggi. Situazioni igieniche indegne di un paese civile come l’Italia. I numeri degli sbarchi previsti per la prossima primavera sono allarmanti. Occorre una drastica inversione di tendenza ed un approccio, come dichiarato dallo stesso Matteo Salvini, in linea con la gestione degli altri Paesi dell’UE. L’Italia non venga lasciata sola”. Lo dichiara il coordinatore regionale della Lega in Campania on. Valentino Grant.

Leggi anche...

- Advertisement -