Le microplastiche in mare alterano l’ecosistema, a partire dai microorganismi marini, ed entrano nella catena alimentare. La conferma arriva dall’elaborazione dei primi risultati dell’esperimento scientifico svolto nel golfo di Napoli dalla stazione zoologica Anton Dohrn, che ha installato sei grandi laboratori sommersi di oltre 15 metri di profondità e 2 metri di diametro per il campionamento delle acque nell’area di Mergellina.

ad
Riproduzione Riservata