di Giancarlo Tommasone

Un buco della circonferenza di circa un metro. E’ quello che si è formato in seguito al danneggiamento della parete di cartongesso, rinforzato e rifinito con mattonelle, che si trova in uno dei corridoi che porta alla banchina dei treni della metro, direzione Piscinola. Le foto sono state scattate durante le scorse ore presso la stazione di Salvator Rosa. Come si può notare dalle immagini che vi proponiamo, la zona non è stata transennata ed è perfettamente accessibile.
Inoltre, quella cavità risulta essere alquanto pericolosa, poiché tutta la parete di cartongesso è ricavata intorno a una struttura a cui si può accedere attraverso l’intercapedine e in cui potrebbero esserci cavi elettrici ad alto voltaggio. Non solo, se osserviamo bene una delle foto, ci renderemo conto che qualcuno ha già cominciato a gettare rifiuti nel corridoio che intercorre tra la suddetta struttura e la parete.
Appare semplice, dunque, per qualche ragazzino insinuarsi in quella sorta di budello, in cui potrebbe facilmente ferirsi anche in maniera seria. La stazione di Salvator Rosa, qualche giorno fa, fu interessata da un principio di incendio a una delle scale mobili. Si trattò di un guasto che provocò la chiusura della «fermata» per circa un’ora.

ad

I cancelli furono riaperti senza ulteriori controindicazioni per gli utenti, anche  se a distanza di giorni, l’accesso alla suddetta scala è ancora interdetto. C’è da chiedersi: come mai, lo stesso protocollo non è stato seguito per il buco apparso nella parete del corridoio che porta alla banchina dei treni? Inoltre, siccome la metro è videosorvegliata (o almeno, dovrebbe esserlo, vista la presenza di telecamere interne ed esterne) la cosa non dovrebbe essere sfuggita al personale che «presidia» la stazione.
Nessun avviso, però, è stato diffuso circa l’accaduto. La domanda è: quando si provvederà a riparare la falla nella parete o comunque, quando si transennerà l’area interessata dal danneggiamento?