Un belga dal sangue partenopeo.

Due gol per superare il mito, per portare a casa tre punti vitali in chiave Champions e magari per far riflettere il presidente De Laurentiis sulla vicenda rinnovo. Una notte indimenticabile quella che Dries Mertens ha vissuto ieri in Austria. Con la sua doppietta al Salisburgo l’attaccante belga, oltre ad aver trascinato i suoi al successo (3-2 di Insigne l’altra rete), ha prima eguagliato e poi scavalcato Diego Armando Maradona al secondo posto della classifica cannonieri di sempre con la maglia del Napoli.

Un traguardo che non passa e non puo’ passare inosservato e che ha spinto lo stesso Mertens a celebrare il tutto su Instagram. “What a night”, ha scritto il belga pubblicando anche un fotomontaggio con Diego Armando Maradona che esulta e corre ad abbracciarlo. Tante le risposte al “Che notte” di Mertens, a cominciare dal suo ex capitano, da quel Marek Hamsik, il giocatore che guida la speciale classifica dei migliori cannonieri di sempre nella storia del Napoli con 121 reti, cinque in piu’ dell’attaccante belga.

ad

“Grande Dries, sono il prossimo”, scrive lo slovacco tra i vari mi piace di Pavoletti, Inglese, Nainggolan e Milik, mentre Allan commenta: “Sei un grande frate’, meriti di essere nella storia di questo grande club”. Mertens non si ferma qui e successivamente, in un altro post intitolato “Woke up to a dream”, pubblica la cronistoria delle reti che lo hanno portato a realizzare il sogno: dal primo gol realizzato il 30 ottobre del 2013, passando per l’11° del 3/5/2014 con tanto di foto con il trofeo della Coppa Italia in mano, quindi il 15° ovvero il suo primo gol europeo il 18/9/2014, la sua prima tripletta (nella foto l’abbraccio dell’ex azzurro Gabbiadini) che lo porta a quota 34 il 19/4/2016, il 100esimo del 29/11/2018, per poi arrivare alla rete numero 81 in A del 28/04/2019 che vale l’aggancio a Maradona come marcatore in Serie A.

Infine la data di ieri con la doppietta che lo porta a quota 116 che gli permette di superare l’ex Pibe de Oro e di portarsi a 5 gol da Hamsik: “Altri sei gol per diventare il miglior marcatore di sempre nella storia del Napoli”, chiude Mertens pubblicando anche la foto della sua strana esultanza di ieri a Salirburgo, dedicata al magazziniere della squadra e amico Tommaso Starace.