sabato, Agosto 13, 2022
HomeNotizie di PoliticaMertens è napoletano e Manfredi vive ancora a Nola

Mertens è napoletano e Manfredi vive ancora a Nola

Si ostina ad abitare fuori città: eppure un sindaco dovrebbe vivere i luoghi che amministra

Dries «Ciro» Mertens riceverà la cittadinanza onoraria di Napoli. Lo ha confermato questa mattina Gaetano Manfredi a margine del consiglio comunale. «Ho avuto moltissime sollecitazioni sia dal Consiglio comunale che da moltissimi cittadini tutti colpiti dal legame di Mertens con la città, testimoniato anche dalla sua volontà di mantenere casa a Napoli» ha spiegato Manfredi nell’annunciare l’intenzione di avviare il processo per il conferimento.

Palazzo San Giacomo però dovrebbe decidere di conferire lo stesso status anche allo stesso Manfredi visto che, nonostante l’elezione a primo cittadino continua a vivere fuori città. La sua casa, infatti, a differenza di Mertens che ha deciso di mantenere l’abitazione sul golfo di Napoli, è a Nola, a ben 30 chilometri dal palazzo municipale.

L’amministrazione di una città comporta tantissimi problemi ed è assurdo che un sindaco non capisca la necessità di risiedere in pianta stabile nel luogo in cui lavora. Dovrebbe vivere h24 le problematiche dei cittadini e mostrare empatia per loro. Dovrebbe vivere il clima, la delusione, la gioia o la rabbia dei partenopei. Dovrebbe presidiare il territorio. Dovrebbe essere sul suolo cittadino per eventuali e improvvise emergenze. Invece no, Manfredi si ostina a voler far il «pendolare». Negli ultimi anni nessun primo cittadino ha vissuto fuori Napoli.

Antonio Bassolino, pur essendo di Afragola, risiedeva e risiede a Posillipo, Rosa Russo Iervolino abitava nel centro cittadino, Luigi de Magistris abitava e abita ancora sulla collina del Vomero. L’unico che manca all’appello è proprio l’ex ministro. Forse la neo vicesindaco Laura Lieto potrà provvedere a conferire la cittadinanza onoraria anche a Gaetano Manfredi? Speriamo.

Leggi anche...

- Advertisement -