Meridbulloni di Castellammare, maestranze durante il presidio permanente (foto di repertorio)

Restano appese a un filo le speranze dei dipendenti che lottano contro la chiusura dello stabilimento stabiese

Oggi la protesta dei lavoratori Meridbulloni compie 22 giorni, un lasso di tempo caratterizzato dalla opposizione alla scelta della società, che intende chiudere lo stabilimento di Castellammare di Stabia, per reimpiegare gli 81 dipendenti nelle sedi lombarde e piemontesi.

Si tratta dell’ennesimo «scippo» al Meridione, «scippo» che potrebbe concretizzarsi molto presto. I lavoratori della fabbrica stabiese hanno trovato la solidarietà e l’appoggio dell’intera Castellammare e di tutte le forze politiche, si attende l’evolversi della situazione, anche se restano al momento poche le speranze per vedere salvo lo stabilimento. Nel frattempo la protesta va avanti.

ad