L'ex sindaco Giosi Ferrandino

È accusato di due ipotesi di corruzione e il pubblico ministero della Dda, Celeste Carrano, ha chiesto per lui la condanna a tre anni per una e tre anni e quattro mesi per l’altra, per un totale che supera i sei anni di reclusione.

Sei anni la richiesta per Giosi Ferrandino

Questa la sintesi della requisitoria nel processo a carico di Giosi Ferrandino, ex sindaco del comune di Ischia, eletto due volte e arrestato il 30 marzo del 2015 nell’ambito dell’inchiesta della procura di Napoli sul colosso ‘Cpl concordia’ e sulla metanizzazione dell’isola. Tre anni sono stati chiesti invece per l’ex capo dell’ufficio tecnico, Silvano Arcamone, che risponde di un solo caso di corruzione. Secondo i pm, che nel marzo di due anni fa, ottennero l’emissione di undici ordinanze cautelari, il coop ‘rossa’ emiliana Cpl concordia si impegno’ a erogare oltre trecentomila euro all’albergo della famiglia Ferrandino.