giovedì, Agosto 11, 2022
HomeNotizie di PoliticaTra Salvini e Di Maio scoppia la grana degli inceneritori in Campania

Tra Salvini e Di Maio scoppia la grana degli inceneritori in Campania

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Il vice premier Luigi Di Maio avverte: la polemica di Matteo Salvini, “crea tensioni nel Governo”. Ma il leader della Lega insiste: “I termovalorizzatori li faremo”. E Roberto Fico frena: “Non si faranno mai”. Il giorno dopo l’allarme lanciato a Napoli dal ministro dell’Interno sul rischio di una nuova emergenza rifiuti in Campania e sulla sua ‘soluzione’ per evitarla, vale a dire un termovalorizzatore per ogni provincia, e’ sempre piu’ scontro all’interno dell’asse Lega-M5S. Il tutto a poche ore dal vertice che il premier Giuseppe Conte terra’ a Caserta lunedi’ per fare il punto e trovare una soluzione in merito alla terra dei fuochi.

Il presidente della Camera, Roberto Fico

Le accuse tra gli alleati di Governo continuano, anzi aumentano. Il fronte 5 stelle si compatta. Il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, per il quale non c’e’ un’emergenza rifiuti ma un ‘caso roghi’, ribadisce che “gli inceneritori non sono nel contratto di Governo”. Il ministro del Sud, Barbara Lezzi, mette in chiaro che “non c’e’ nessun margine di trattativa”. Danilo Toninelli, a capo del ministero delle Infrastrutture, spiega che “con la Lega dialoghiamo ma siamo contrari” agli inceneritori. E c’e’ poi il presidente della Camera, Roberto Fico, che parla di “schiaffo” dato da Salvini a Napoli e alla Campania e la vicenda dei termovalorizzatori la ‘chiude’ cosi’: “Ve lo assicuro, non si fara’ neanche un inceneritore in piu'”.

Ma di chiudere la vicenda, per ora, non sembra arrivato il tempo. Anzi. Roberto Fico, ieri mattina, proprio a Napoli, ha provato quasi a scherzare sulla vicenda. Arrivando alla facolta’ di Medicina e Chirurgia della Federico II, ha indicato una torre e ha detto: “Questa e’ la torre dell’inceneritore nuovo, lo costruiamo qui”. Ma tempo pochi secondi e la linea del no ha avuto la meglio su tutto: “E’ uno schiaffo forte a questa citta’ e a questa Regione arrivare qui e dire che ci vuole un termovalorizzatore a provincia dopo le lotte che sono state fatte e dopo l’avanzamento delle nuove tecnologie”. E poi l’impegno: “Ve lo assicuro, non si fara’ neanche un inceneritore in piu'”.

Ma Salvini insiste: “In Lombardia ci sono ben tredici termovalorizzatori che non inquinano ma producono energia e ricchezza: chi dice sempre e solo dei ‘no’ provoca roghi tossici e malattie”. E guai a ricordargli che i termovalorizzatori non rientrano nel contratto di Governo: “Vallo a spiegare ai bambini che fra due mesi respireranno merda”. Quindi ribadisce: “I termovalorizzatori li faremo. E ‘senza ceppa’”, facendo sua l’espressione usata ieri dal vice premier M5S.

I pentastellati contro Salvini

Di Maio, dopo il duro attacco di due giorni fa, da un lato sembra quasi voler stemperare dicendosi “dispiaciuto di questa polemica sugli inceneritori perche’ si fonda su un tema che non essendo nel contratto di governo non si pone. Abbiamo un ministro dell’Ambiente che ha scoperto la Terra dei fuochi e conosce la Campania, quindi affidiamoci a lui. Li’ ci vive la mia famiglia sono la persona piu’ preoccupata”. Del resto, aggiunge, “abbiamo gia’ abbastanza nemici, evitiamo tensioni”. Ma dall’altro sembra quasi avvertire il suo alleato quando sottolinea che la polemica di Salvini crea “tensioni nel Governo”.

Sergio Costa, ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ad oggi, Costa assicura, c’e’ “solo uno stato di sofferenza dovuto ai roghi tossici che conosciamo tutti”. La raccolta differenziata e’ la strada da percorrere, anche secondo il governatore della Campania ed il sindaco di Napoli. Ma da Salvini nessun passo indietro: “Ho passato ieri la giornata a Napoli ed erano tutti preoccupati per la salute. Non lo dico io ma quando il capo dei vigili mi dice che c’e’ il rischio di tornare alla situazione di 10 anni fa devo fare qualcosa”.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Leggi anche...

- Advertisement -