martedì, Agosto 9, 2022
HomeNotizie di PoliticaMattarella su Csm e Giustizia invii un messaggio alle Camere

Mattarella su Csm e Giustizia invii un messaggio alle Camere

L’ex leader del Psi: «Svegli dal servile torpore una politica impaurita e imbelle»

di Giulio Di Donato

Sulla giustizia è sceso, come spesso già in passato, il sipario del silenzio. Dai tempi del libro di Sallusti e Palamara, (roba di appena l’altro ieri) con le riunioni all’hotel Champagne per lottizzare tra correnti le nomine dei vertici delle Procure ed il racconto degli inciuci per proteggere gli amici e colpire i nemici, ad oggi, passando per l’ok corral della Procura di Milano, la richiesta di rinvio a giudizio di Davigo e di Storari, la la loggia Ungheria, nuova improbabile P 2 su cui non si tentennò a lungo,  il caso Eni e molto altro, sembrano passati secoli. Della riforma del Csm, uno dei cardini della riforma della giustizia, non si sente più parlare.

O meglio a parlarne è rimasto il Capo dello Stato Mattarella ma, inascoltato

E non perché la ministra Cartabia non se ne curi bensì perché è evidente che trovi su questa strada molti ostacoli. Che vengono manco a dirlo dalla potente corporazione dei magistrati, con in testa le Procure e dalla sinistra che le fiancheggia. Mattarella qualche giorno fa, riferendosi ai ben noti fatti che anche gran parte della stampa (e naturalmente dei talk show e dei tg del servizio pubblico) ha frettolosamente archiviato, ha ripetuto che «[la magistratura] è chiamata a rivitalizzare le proprie radici deontologiche ed a valorizzando la irreprensibilità delle condotte individuali» e che la riforma del Csm è urgente «non più rinviabile», anche perché andare l’anno prossimo alla sua rielezione con lo stesso sistema elettorale, sarebbe la certificazione di un fallimento politico ed istituzionale.

Per questo, aggiungendo la nostra modesta voce a quella autorevole del prof. Luigi Labruna (già capo del Dipartimento di diritto romano della Facoltà di Giurisprudenza della Federico II, ieri, 7/12 su Repubblica Napoli)  ci permettiamo di Chiedere al Capo dello Stato che potrebbe essere questo della Giustizia il caso per un Messaggio alle Camere, che svegli dal servile torpore una politica impaurita e imbelle. 

Leggi anche...

- Advertisement -