giovedì, Agosto 11, 2022
HomeNotizie di SocietàAncora un attacco a Vanessa Incontrada: «Sei grassa, tra poco non c'entri...

Ancora un attacco a Vanessa Incontrada: «Sei grassa, tra poco non c’entri più nelle copertine»

di aemme

“Vanessa Incontrada di nuovo sulla copertina di Vanity Fair con “Sei bellissima” hai rotto il ca**o. Sei grassa, tra poco non c’entri più nelle copertine. Anche io sono sovrappeso, ma non mi dicono che sono bellissima perché mi rispettano”. Massimiliano Parente, celebre scrittore italiano, attacca senza mezzi termini la showgirl icona della body-positivity.

Massimiliano Parente attacca Vanessa Incontrada sui social

La sensazione è che più che attaccare la Incontrada l’autore di “l’Autore ai tempi di Batman” attacchi i media che creano tormentoni inutili e forse anche dannosi. E infatti, a prescindere dai toni piuttosto forti, toni che non possono non essere stigmatizzati, è condivisibile il pensiero che trattare di body positivity sia alquanto pericoloso.

L’annosa questione del body positivity

Ogni essere umano va accettato così com’è, questo è fuor di dubbio, ma se il body positivity ci dice che ingrassare è sano e bello allora stiamo sbagliando tutto. Recentemente sui social è scoppiato un dibattito, quasi tutto a tutela del bon-ton inclusivo e della body positivity. Per carità, è giusto promuovere l’accettazione di tutti i corpi a prescindere da taglia, forma, colore della pelle, ma è altrettanto pericoloso far passare il concetto che ingrassare sia sano (discorso che si potrebbe copincollare anche per l’anoressia).

Leggi anche...

- Advertisement -