E’ una delle strade che potrebbe imboccare il Governo, non appena scatterà la fase 2 anti Covid-19   

Mascherine per contrastare il contagio da Covid-19, il problema non sta soltanto nel reperirle, chiedendo alle aziende uno sforzo per aumentarne la produzione, quanto nello smaltirle dopo l’utilizzo. Infatti, rappresentano, a tutti gli effetti un potenziale «vettore» per la diffusione della pandemia, visto pure che è impossibile individuare quanti soggetti asintomatici ci siano. E allora, secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, nell’articolo a firma di Jacopo Giliberto, c’è il rischio che le mascherine, possano essere smaltite, come veri e propri rifiuti tossici. Quando scatterà la fase 2, potremmo trovarci davanti a milioni di pezzi utilizzati e gettati nella spazzatura.