In manette un 21enne.

Gli acquisti li facevano nel deep web e la marijuana che spacciavano era di alta qualita’, proveniente anche dalla California. I finanzieri di Napoli hanno arrestato un 21enne di Napoli e denunciato a piede libero un 19enne di San Giorgio a Cremano, sequestrando anche 1,320 chili di droga che, se venduta al dettaglio, avrebbe fruttato circa 15mila euro. I giovani pusher acquistavano, tramite siti dedicati in rete, ingenti quantitativi di sostanza stupefacente prodotta e confezionata in paesi esteri, dove e’ legale la coltivazione e la vendita per scopi ricreativi o terapeutici, facendosela successivamente spedire con carichi di ‘copertura’.

Il 21enne, trovato in possesso anche di un bilancino di precisione, di un cellulare e di un personal computer, dovra’ ora rispondere di traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Il componente.della banda era stato individuato perche’ era andato a prendere uno dei pacchi con droga intercettati dai finanzieri. Le indagini conti uno per individuare il gruppo di spacciatori 2.0 con base nella zona orientale del capoluogo partenopeo, il quartiere di Ponticelli, che in pochi mesi avevano costruito un ‘business’ con una dimensione considerevole, grazie al commercio on line.

ad