Maria Licciardi

Annullata l’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Maria Licciardi, detta ’a piccerella, considerata dagli inquirenti, elemento apicale dell’omonimo sodalizio camorristico inserito nel cartello dell’Alleanza di Secondigliano.

Alla fine dello scorso giugno, Licciardi, 68 anni, è stata destinataria della ordinanza di custodia cautelare in carcere che ha raggiunto in totale 126 persone (gli indagati sono in tutto 214). La misura non era stata eseguita, in seguito all’irreperibilità dell’indagata.

Poi il colpo di scena, il Tribunale di Napoli, XII Sezione del Riesame, condividendo le questioni giuridiche sollevate dall’avvocato Dario Vannetiello (difensore di Licciardi), ha annullato in toto l’ordinanza di custodia cautelare emessa nei confronti della donna.

L’avvocato Dario Vannetiello

La posizione di Maria Licciardi era aggravata dall’essere stata per ben due volte – nel 2003 e nel 2007 – già condannata proprio per aver diretto ed organizzato la medesima organizzazione delinquenziale.