Un invito anche al giocatore: da nessun’altra parte amato come a Napoli.

“Mi aspetto che come fece Hamsik, anche Dries mi mandi la maglietta del sorpasso, ma con una bella dedica. Perche’ una sua 14 ce l’ho, ma non e’ dedicata. E ti assicuro, Dries, la terrei tra quelle a me piu’ care”. Diego Armando Maradona, dalle pagine del “Corriere dello Sport”, si complimenta con Mertens che mercoledi’, con la doppietta al Salisburgo, lo ha scavalcato al secondo posto nella classifica cannonieri di tutti i tempi al Napoli. “Lui e’ nato centravanti ma non lo sapeva. Tutti quei gol non li puo’ fare uno che non e’ attaccante nell’anima, oltre che nel piede”, sottolinea l’ex Pibe de Oro, che tifa perche’ il belga e la societa’ trovino un accordo per il rinnovo in scadenza a giugno.

“A Mertens posso dire che se e’ giusto e sacrosanto per un professionista cercare sempre piu’ ricchi ingaggi, e’ vero anche che in nessun altro angolo del mondo si sentirebbe amato, rispettato, coccolato e importante come a Napoli”. E a De Laurentiis dice: “Caro presidente, questo ragazzo non fartelo scappare. Ha piu’ di trent’anni, lo so, ma corre e gioca e fa gol con le freschezza e l’entusiasmo di un ragazzo. Poi, se proprio dovesse andare via, sappia Mertens, che a La Plata nel mio Gimnasia un posto per lui ci sara’ sempre”.

ad