Aveva con sé dieci bustine di cellophane piene di marijuana e ne conservava molte di più nella casa del nonno. Circostanze che gli hanno permesso di organizzare una sorta di “piazza di spaccio itinerante” in uno dei quartieri partenopei dove la droga è un business particolarmente florido: San Giovanni-Barra. La sera di venerdì gli agenti della Polizia di Stato del locale Commissariato hanno arrestato Mariano Arena, 27 anni partenopeo, accusandolo di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

ad

Lunghi servizi di appostamento e osservazione hanno permesso ai poliziotti di individuare l’auto con cui si muoveva, una Fiat Panda, e lo hanno pedinato. Dopo le 22.30 il giovane ha raggiunto l’abitazione del nonno, ha frettolosamente parcheggiato la vettura ed è entrato nell’immobile uscendone due minuti dopo portando nella mano sinistra una busta di plastica tipo shopper. Prima che potesse risalire in auto è stato fermato e controllato; nella busta di plastica c’erano 10 bustine di cellophane trasparenti, ermeticamente chiuse contenenti sostanza erbacea di colore verde. Altre bustine erano nella tasca dei pantaloni insieme con un telefono cellulare. La perquisizione nell’appartamento del nonno ha consentito di recuperare altre 40 bustine di sostanza erbacea. Tutte suddivise e pronte alla vendita al dettaglio.

polizia

All’esame del narco test, la sostanza rinvenuta è risultata essere Marijuana per un peso complessivo di gr. 60,10. Nel corso dell’espletamento delle formalità di rito, condotte nell’Ufficio di Polizia, il cellullare del giovane ha continuato a suonare ripetutamente. Si trattava di clienti. Arrestato, il 27enne è stato condotto nelle camere di sicurezza della Questura in attesa del giudizio con rito per direttissima.