Il centro commerciale di Piazza Madonna dell'Arco, nel quartiere di Miano a Napoli

Nel mirino della camorra la gestione del centro commerciale

La denuncia di una manager della Conad ha portato all’arresto di tre persone, considerate affiliate al sodalizio criminale dei Licciardi. A finire in carcere, Renato Esposito e Pietro Izzo, mentre la misura dei domiciliari è stata eseguita per Antonio Arena. Il manager ha raccontato dei pedinamenti, delle pressioni che avrebbe subìto, ai vertici del Conad, e quindi è stata immediatamente avvertita l’autorità giudiziaria. Secondo quanto è stato ricostruito, il gruppo dei Licciardi aveva intenzione di gestire il centro commerciale che si trova all’interno del polo «La Birreria» di Miano, che sorge al posto dello stabilimento Peroni. Una torta, da spartirsi, da 60 milioni di euro. Nell’affare, secondo quanto ipotizzano gli inquirenti, supportati dalle dichiarazioni dei pentiti, nell’affare sarebbero stati pronti a entrare anche i Lo Russo e quelli della Vanella Grassi.

Comments are closed.