La loro speranza è che dai test possa uscire un quadro tale da consentire la riapertura delle scuole e scongiurare il proseguimento delle lezioni online

Sono andate all’ospedale del Mare, a Napoli est, per sottoporsi allo screening, su base volontaria per i bambini da 0 a 6 anni, le loro famiglie, il corpo docente, senza prenotazione. Le mamme No Dad non si arrendono all’idea, paventata dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che il 24 potrebbero anche non riaprire le scuole dell’infanzia e la prima elementare, contrariamente a quanto prevede un’ordinanza regionale. E di fronte alla difficoltà di prenotazione, causata da lunghe attese telefoniche al numero verde, si sono informate. “Alcuni genitori sono venuti qui e hanno chiesto – spiega Lea Nocera – hanno scoperto che la prenotazione, contrariamente a quanto era stato detto, non è obbligatoria”. Da qui è partito un passaparola tra i genitori che, anche senza riuscire a ottenere una prenotazione, si sono recati al presidio allestito dalla Asl Napoli 1 centro, attendendo il proprio turno. Davanti alla postazione, i genitori contrari alla didattica a distanza, hanno portato uno striscione: “Tampone fatto, il 24 si torna a scuola”. “Il servizio sarebbe dovuto arrivare anche prima – dice – ma c’è un problema nella trafila per la difficoltà di prenotazione. Ancora oggi ci sono stati genitori che hanno atteso fino a 39 minuti per poter prenotare”. “E’ stato detto che essendo questo screening su base volontaria, la colpa dei numeri bassi era delle famiglie che decidevano di non fare il test – sottolinea – E invece era una comunicazione sbagliata, molto probabilmente fatto di proposito”. Al presidio ci sono, dunque, due file: una per chi è prenotato, l’altra per chi arriva senza prenotazione. “Funziona tutto in maniera molto agevole – aggiunge Nocera – Ci sono 4 postazioni per l’accettazione, e gli operatori che eseguono il tampone”. I genitori no Dad sperano che dallo screening possa uscire un quadro tale da consentire la riapertura delle scuole e scongiurare il proseguimento delle lezioni online.