lunedì, Gennaio 24, 2022
HomeNotizie di CronacaMaltempo, in Campania allagamenti e frane: esondato il Lago Patria

Maltempo, in Campania allagamenti e frane: esondato il Lago Patria

Pienamente operativo il sistema di protezione civile.

L’attenzione è massima su tutta la Campania a causa del maltempo e la sala operativa regionale della Protezione civile sta già coordinando gli interventi sul territorio a supporto dei Comuni e dei vigili del fuoco, ove richiesto.

Al momento, le situazioni più difficili si sono registrate a Giugliano, per l’ostruzione della foce di Lago Patria e conseguenti allagamenti della zona circostante; a Castellammare di Stabia per il crollo di un ponticello pedonale sul fiume Sarno; tra i comuni di Cervinara e Rotondi in Irpinia per l’esondazione del fiume Isclero-Carmignano nella zona dell’asse attrezzato dell’area Asi; a Roccamonfina per frane superficiali in località Sessa, Marzano, Conca, Teano, Campagnola.

La Protezione civile regionale ha inviato tecnici del Genio Civile di Avellino a Cervinara, in stretto raccordo con il sindaco, mentre a Lago Patria è in atto un intervento della Sma Campania. A Castellammare sono presenti tecnici del Genio civile di Napoli a supporto dei vigili del fuoco che hanno effettuato l’intervento di messa in sicurezza del ponticello.

Il sistema di protezione civile regionale è pienamente operativo. Tutte le strutture sono attivate a supporto degli enti competenti. Si invitano i Comuni a “mantenere attivi tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni in atto anche per tutta la giornata di domani, in linea con i rispettivi piani di protezione civile”.

Si rappresenta la necessità di controllare le strutture pubbliche esposte alla sollecitazione dei venti e del moto ondoso e, in particolare, oltre a quelle abituali (cartellonistica, verde pubblico, banchine) le luminarie natalizie.

Sospesi collegamenti marittimi da e per Capri.

Sono stati, intanto, sospesi i collegamenti marittimi da e per Capri, a causa delle condizioni meteo con venti di libeccio a circa 30 nodi mentre il mare ha raggiunto forza 5. Stamane l’unica partenza per Napoli è stata quella delle 8.30 con il traghetto Caremar mentre a mantenere i collegamenti con Sorrento e la penisola è stato l’aliscafo Giunone dell’Alilauro Gruson guidato dal comandante Antonio Russo, che per la sua bravura a navigare in condizioni particolarmente difficili è soprannominato ‘Capitan Tempesta’. Anche Russo però ha comunicato alla Capitaneria, alle 13, di non essere in grado di proseguire le corse.

Leggi anche...

- Advertisement -