Raffaele Marrone, presidente Giovani Confapi Napoli
Raffaele Marrone, presidente Giovani Confapi Napoli

«Il territorio è la nostra casa. Curarlo, tutelarlo, monitorarlo sono condizioni minime di buona gestione ordinaria che però, purtroppo, ancora sono lontane da un’effettiva applicazione». A dirlo è Raffaele Marrone, presidente del gruppo Giovani Confapi di Napoli, commentando  il dossier «Ecosistema Rischio 2017» di Legambiente.

CONFAPI JR, RAFFAELE MARRONE:
IL RISULTATO INDAGINE LEGAMBIENTE
E’ DAVVERO SCONFORTANTE

«Il risultato dell’indagine è davvero sconfortante – aggiunge – se si confronta ciò che è con ciò che dovrebbe essere. Un territorio maltrattato, un territorio “offeso” mette in pericolo non solo la cittadinanza ma è anche un costo, enorme, in termini economici per lo Stato. Basterebbe pensare agli ultimi fatti di cronaca accaduti, nella nostra regione, nell’ultimo biennio».

ad

«La pianificazione territoriale è spesso vista, soprattutto nei paesi della provincia napoletana, come un’occasione di speculazione edilizia – continua Marrone – quando, in realtà, dovrebbe essere l’opposto».

«L’approfondimento e la conoscenza del suolo, rispetto al rischio, dovrebbero essere le coordinate principali di una seria politica di gestione del territorio – ha concluso Marrone – non solo in chiave di ricostruzione, perché ormai a quel punto il peggio è passato, ma soprattutto in chiave di prevenzione».