L'ospedale San Paolo

La vicenda.

Sono passati quasi 14 anni da quel 19 luglio del 2006 e per una famiglia napoletana arriva quella che forse è la fine di un incubo. E pensare che tutto era cominciato nel giorno che sarebbe dovuto essere il più bello della vita per due prossimi genitori. Ma quando la signora M.A. è stata sottoposta a parto cesareo presso l’ospedale San Paolo di Napoli qualcosa è andato storto.

E il bimbo, oggi adolescente, ha subito gravissimi danni provocati dalla mancata ossigenazione al cervello. Tanto che oggi è costretto su una sedia a rotelle con seri ritardi nei processi di apprendimento. E così, dopo 14 anni di battaglia per il riconoscimento della verità, assistiti dagli avvocati Fabio Anselmo e Rita Gavioli con studio a Ferrara, i due genitori hanno visto il Tribunale riconoscere loro un risarcimento di 850mila euro.

ad

E’ stato il direttore generale dell’Asl Na 1, Ciro Verdoliva, a firmare la transazione.