venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeNotizie di PoliticaGiggino vuole «regalare» il patrimonio immobiliare ai centri sociali

Giggino vuole «regalare» il patrimonio immobiliare ai centri sociali

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, CONTRACCAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

di Francesco Vitale

Dopo aver promesso l’approvazione di delibere sull’autonomia, la moneta napoletana e la cancellazione del debito ingiusto, il sindaco Luigi de Magistris lancia un’altra sfida: l’utilizzo dell’intero «patrimonio immobiliare del Comune di Napoli ai fini della valorizzazione sociale e contro le interpretazioni monetaristiche». Attraverso un linguaggio che manco i ciclostilati distribuiti all’esterno delle fabbriche milanesi Marelli e Siemens negli anni Settanta, la fascia tricolore partenopea annuncia, di fatto, che gli immobili di proprietà del Comune saranno messi a disposizione di chi ha diritto alla casa, agli spazi, di chi ha diritto ad occupare.

La leader di Potere al Popolo, Viola Carofalo

Un invito esplicito dunque anche perché la scelta della comunicazione dal tenore guevarista, arriva da uno spazio simbolo dell’occupazione partenopea,l’Ex Opg Je so’ pazz. In occasione del Festival del centro sociale, a Materdei, laddove è partita la spinta propulsiva che ha portato Giggino al secondo mandato (insieme, naturalmente alla pochezza degli altri schieramenti in lizza).

Il centro sociale Insurgencia è la più solida base elettorale di deMa

Parliamoci chiaro, un do ut des molto lontano dallo spirito marxista (certamente più di stampo craxista) che fa da anni le fortune di centri sociali da una parte e del sindaco dall’altra.

Bisogna comunque distinguere tra gli spazi autogestiti.

L’Ex Opg da questo punto di vista è uno degli esperimenti più riusciti (almeno finora) poiché, forse l’unico a Napoli, che lavora in maniera strutturata e si è saputo misurare e integrare con il quartiere in cui è ospitato. E non dimentichiamo che ha generato un soggetto politico che ha una rete nazionale, altro che deMa o Insurgencia. Tornando al sindaco, con il via libera all’occupazione, intende invitare chi non può permettersi l’affitto, a «prendere possesso» delle migliaia di appartamenti a disposizione del Comune, sarà pure per il fatto che la dismissione per fare cassa gli è riuscita per niente.

Egidio Giordano ed Eleonora De Majo

Ma c’è un passaggio nelle parole di Giggino che non bisogna tralasciare, quando si esprime sulla «capacità di usare l’intero patrimonio immobiliare del Comune di Napoli ai fini della valorizzazione sociale». Gli ultimi due termini sono l’annuncio di un «regalo», di una «rassicurazione» proprio nei confronti dei centri sociali. A voler intendere: fino a quando ci sarò io e voi mi appoggerete (con i voti), con la contestazione (ad hoc) le occupazioni saranno consentite.

Per il momento a Napoli; poi, se tutto dovesse andare bene,
nelle altre città della regione.

È normale poi che a un certo punto Giggino metta le mani avanti e tiri in ballo il ministro dell’Interno: «A settembre Salvini sarà a Napoli. Abbiamo tanti temi su cui lavorare. E dal Governo assisteremo a una politica ancora più repressiva: lo abbiamo visto in queste ore con la circolare sugli sgomberi».

L’obiettivo finale è quello dell’auto-cancellazione
del debito ingiusto.

Una lotta che, annuncia de Magistris, potrebbe portare a gravi conseguenze. Si tratta, dice, di un debito che i «napoletani non hanno contratto e non devono pagare. Dovrebbero essere risarciti. Saremmo la prima città d’Europa e questa delibera potrebbe costarci tanto: sarebbe un’autodenuncia».

Lo sa che è una battaglia che nei fatti non può
neanche iniziare, e si limita ad usare il condizionale.

E con la nuova uscita dell’«occupazione per tutti» dimentica di ringraziare anche chi lo ha salvato e parliamoci chiaro, l’«amico» (ma sempre secondo la modalità do ut des) si chiama M5S. Si chiama Roberto Fico.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, CONTRACCAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Articoli Correlati

- Advertisement -