Luigi de Magistris

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

“Le allerte meteo della Protezione Civile non sono mai molto dettagliate e molto spesso sono assai generiche. A volte leggendole ti assale l’inquietudine, scrivono due righe e non ci sono indicazioni, specifiche, orari e si affida al sindaco e alle sue capacita’ empiriche di valutare che cosa fare”. Cosi’ il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in relazione all’allerta meteo arancione diramata ieri dalla Protezione Civile regionale e a seguito della quale il sindaco ha deciso per oggi la chiusura di tutte le scuole cittadine di ogni ordine e grado. Una decisione che potrebbe verificarsi anche in futuro qualora siano comunicate allerte meteo rosse o arancioni.

ad

”Valuteremo di volta in volta – ha spiegato il sindaco – ma il mio ordine e’ alzare l’asticella della prevenzione in caso di allerte meteo significative. Nel dubbio serio, riflettuto, ponderato, senza creare allarmismi e panico, io metto al primo posto la sicurezza dei nostri cittadini e soprattutto quella dei giovani, dei bambini. Da oggi in poi – ha affermato – l’eccesso di zelo prevarra’ sempre su ogni altra considerazione. Meglio prevenire che disseminare la citta’ di lacrime di coccodrillo”.

De Magistris ha riferito che la decisione di chiudere le scuole e’ stata presa solo in serata: ”Abbiamo cercato invano piu’ volte di avere qualche specifica e poi abbiamo visto il disastro di Roma. La decisione di chiudere o meno le scuole – ha concluso – poteva essere presa o no, ma di fronte al rischio ho preferito chiudere”.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT