de magistris

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Il Bitcoin affonda e il dicembre 2017, quando arrivo a un passo dai 20.000 dollari, sembra ormai solo un sogno: da allora ha bruciato il 75% del suo valore. La criptovaluta crolla del 210% e scende sotto i 5.000 dollari, trascinandosi anche tutte le altre sorelle. Etherum cede il 12%, il Litecoin il 13%. Per il Bitcoin si tratta dell’ottava giornata di calo.

ad

 

A pesare e’ la divisione del Bitcoin cash, clone del Bitcoin originale: gli sviluppatori e i miner non sono riusciti a trovare un accordo sul futuro del Bitcoin cash, innescando quindi una sua scissione. Questo ha alimentato i timori sulla prospettiva di ulteriori divisioni fra le criptovalute e quindi sul loro valore.

La delibera del Comune di Napoli sulle criptovalute

Notizia che di certo non farà piacere dalle parti di Palazzo San Giacomo, dove, lo scorso 5 ottobre, è stata approvata una delibera di Giunta sull’impiego di eventuali nuove monete, token e criptovalute, come forme di pagamento complementari a quella ufficiale.

TI OFFRIAMO INFORMAZIONE GRATUITA, RICAMBIA CON UN GESTO DI CORTESIA: CLICCA QUI E LASCIA UN LIKE SULLA PAGINA FACEBOOK DI STYLO24.IT

Riproduzione Riservata