Il numero 10 della Nazionale campione d’Europa l’ha messo in mostra più volte nel Napoli ed anche nel corso di Euro 2020, trovando due volte la via del goal

di Stefano Esposito

“Tiraggiro”. Il primo nella gara inaugurale contro la Turchia su assist di Immobile.

ad

Il secondo strepitoso contro il Belgio. Dribbling secco su Tielemans e traiettoria perfetta a girare sul secondo palo dove Courtois non ha potuto nulla.

Da quel momento è diventata una vera mania anche sulle onde dell’entusiasmo dello splendido cammino degli Azzurri a Euro 2020. Talmente usata che Treccani ha deciso di inserirla tra i neologismi del 2021

«Nel calcio, il tiro a giro, fatto colpendo il pallone in modo da imprimergli un forte effetto a rientrare».

Questa la definizione che la famosa enciclopedia fa del «tiraggiro», il colpo da maestro esportato in tutto il mondo – e diventato famoso nelle ultime settimane dopo le ottime prestazioni all’Europeo vinto – dal capitano del Napoli Lorenzo Insigne.

Insigne prende palla, scarta un avversario, vede la porta e mezza Italia gli grida: «No!». No, non il “tiraggiro”. I tifosi partenopei invece aspettavano con ansia quel momento.

Momento nel quale il capitano azzurro ha portato in giro per l’Europa “o tiraggir”

Il capitano azzurro, numero 10 della Nazionale segna un goal incredibile e si regala un riconoscimento simbolico dopo essere stato grande protagonista con l’Italia agli ultimi Europei

Riproduzione Riservata