Il Napoli ha stravinto l’amichevole odierna contro il Liverpool. La squadra di Carlo Ancelotti, allo stadio di Murrayfield di Edimburgo, si e’ imposta per 3-0. A segno per i partenopei Insigne, Milik e Younes. Azzurri spregiudicati in avvio, con in campo contemporaneamente Callejon (schierato a centrocampo), Insigne, Verdi, Mertens e Milik. Reds in formazione rimaneggiata, a causa delle assenze di Alisson, Mane’, Salah e Firmino.

Il Napoli ha messo in mostra grandi qualita’, nel segno di Lorenzo Insigne. Il capitano, infatti, e’ stato fondamentale nel successo odierno contro i campioni d’Europa. Non c’e’ stato nulla da fare per gli uomini di Klopp. Il tecnico di Reggiolo si e’ affidato di nuovo al 4-2-3-1 e ha sfruttato al massimo i contropiedi, che sono stati letali per gli inglesi. Dopo le amichevoli un po’ deludenti giocate durante il ritiro di Dimaro Folgarida, si temeva che si potesse ripetere la debacle del 4 agosto scorso, a Dublino, proprio contro il Liverpool. E invece c’e’ stata la “vendetta”. Comincia bene il Napoli, rischiando poco e proponendo un gioco con aperture laterali da parte dei difensori. Ancelotti deve fare a meno dei centrocampisti, che sono ancora in vacanza (Allan e Fabian Ruiz) e decide di affidarsi a Callejon in coppia con Zielinski. In difesa davanti a Meret ci sono Manolas e Maksimovic, aspettando il rientro di Koulibaly. Sulle fasce il nuovo arrivato Di Lorenzo e, dall’altra parte, Mario Rui. In attacco Milik prima punta con alle spalle Verdi, Mertens e Insigne.

 

Il primo tempo lo comanda praticamente il Napoli. Dalle parti di Meret non si avvicina nessuno, fino al riposo. Nell’altra area di rigore Mignolet soffre al 10′ su un tiro a giro di Verdi e poi su una punizione di Insigne. Al 17′, pero’, il portiere dei Reds nulla puo’ proprio contro il capitano che, servito da Mertens in contropiede, si porta al limite e di destro piazza il pallone nell’angolino. Non e’ finita: al 24′ Di Lorenzo evita due avversari, calcia al centro per Milik, che viene anticipato da Matip all’ultimo istante. Al 29′ ci pensa proprio il polacco, su assist preciso di Insigne, a segnare il raddoppio, in spaccata. Si va sul riposo sul risultato di 2-0. A inizio ripresa Ancelotti decide di far uscire Manolas, Mario Rui e Mertens, inserendo Chieriche, Ghoulam e Younes. Proprio quest’ultimo, in contropiede, dopo una parata di Mignolet su bel tiro a giro di Insigne appoggia in porta, al 7′, siglando il 3-0. All’11’ poi ci poteva stare addirittura il poker, con Milik che da distanza ravvicinata prova vanamente a beffare Mignolet. Il 4-0 sarebbe stato pero’ “troppo”. Buon test per il Napoli di Ancelotti.