L'operazione della Guardia Costiera a Mondragone

Ennesima operazione degli uomini della Guardia Costiera di Pozzuoli, che non senza difficoltà, hanno portato a termine una importante attività volta al contrasto dell’abusivismo nell’ambito di occupazione illecita di spazi demaniali. Il sequestro è avvenuto nel territorio di Mondragone (provincia di Caserta), in località Stercolilli.

I sigilli sono stati apposti a due strutture balneari, che dagli accertamenti della Guardia Costiera sono risultate completamente abusive, si tratta del «Lido Riviera» del «Lido Azzurro da Maisto».

Due i lidi finiti
sotto sequestro
Per le forze
dell’ordine,
erano
completamente
abusivi

La polizia marittima ha liberato circa mille metri quadrati di arenile, restituendoli alla pubblica fruizione. Non sono mancati momenti di tensione, durante l’operazione condotta dalla Guardia Costiera, coadiuvata dai militari della Finanza e dalla polizia locale di Mondragone.

Un uomo ha provato
a ostacolare i controlli,
impugnando un coltello
e seminando
il panico
tra i presenti

Un uomo, nel tentativo di evitare i controlli, ha brandito un coltello e ha provato a infliggersi delle ferite, seminando il panico tra i presenti.

Tre, in totale,
le persone denunciate
Liberati circa mille
metri quadrati di arenile

Immediatamente bloccato, è stato condotto presso la locale stazione dei carabinieri ed è stato deferito per resistenza, oltraggio e intralcio al controllo.

Nel corso dell’operazione che è durata circa quindici ore, gli uomini della polizia marittima di Pozzuoli hanno denunciato in totale tre persone. I controlli continuano su tutto il versante di competenza, per il rispetto delle regole e per il contrasto ad ogni tipo di illecito.

AIUTACI CON UN LIKE A MANTENERE
L’INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE

Brillanti i risultati degli uomini della Guardia Costiera puteolana che nel corso dell’intero periodo estivo hanno agito (e continuano a lavorare) con il monitoraggio, attuando non solo opera di prevenzione, ma facendo scattare sequestri e denunce, laddove è stata violata la legge.