E’ prevista nei prossimi giorni l’autopsia disposta dal pm sul corpo del docente di un liceo napoletano, il Vico, che si e’ ucciso sabato pomeriggio con un colpo di pistola nella cantina della sua abitazione in provincia di Napoli dove era agli arresti domiciliari con l’accusa di aver compiuto atti sessuali su una studentessa minorenne dell’istituto dove insegnava. Per gli inquirenti, comunque, non sembrano esserci dubbi sul suicidio.

 

Nello stesso tempo, e’ all’attenzione degli investigatori il biglietto che l’uomo ha scritto prima di togliersi la vita, come riferiscono organi di stampa. Ci sarebbero – ma il riserbo e’ massimo – pacate considerazioni sulla sua drammatica vicenda personale e giudiziaria e disposizioni a favore della moglie e dei figli. Sconvolta dal gesto la comunita’ scolastica; sabato sera alcune centinaia di studenti hanno organizzato una veglia spontanea davanti al liceo dove il docente insegnava.