sabato, Agosto 20, 2022
HomeNotizie di PoliticaLezione di Bassolino a Manfredi sui 100 giorni

Lezione di Bassolino a Manfredi sui 100 giorni

Dal neo sindaco per ora solo selfie e pochi atti pratici

di Fabio Maresca

Tante chiacchiere, pochi fatti. La città, a 100 giorni dall’elezione del sindaco Gaetano Manfredi, non è cambiata di una virgola. In un lasso di tempo così breve non ci si poteva aspettare un miracolo, ma qualcosa di minimo poteva essere fatto. Come iniziare ad affrontare il problema della sporcizia nelle strade o ad aiutare i tanti senza tetto sparsi per la città. Invece no, solo apparenza. Tanti selfie e pochi atti pratici. Eppure per qualsiasi nuova giunta i primi mesi sono fondamentali per dare slancio e impartire la direzione verso il quale si vuole operare.

Lo sa benissimo l’ex sindaco di Napoli ed ex governatore Antonio Bassolino che ha voluto ancora una volta rimarcare le differenze tra un sindaco esperto e uno improvvisato al servizio dei partiti.

«Dopo i primi 100 giorni – ha scritto sui social l’attuale consigliere comunale – come era doveroso e giusto, presentammo pubblicamente innanzitutto un bilancio di quello che avevamo concretamente fatto e poi parlammo di quello che volevamo successivamente realizzare». Un post corredato di foto del documento che riassumeva le azioni intraprese. Certo, allo stato attuale per il nuovo sindaco basterebbe pubblicare due o tre paginette, anche manoscritte, visto la mole di lavoro svolto.

Leggi anche...

- Advertisement -