La legna è alla base della cottura di uno tra gli alimenti più gustosi al mondo e sicuramente il più rappresentativo della tradizione culinaria di Napoli: la pizza. Proprio per monitorare il prezioso combustibile è stata effettuata una vasta operazione in tutta la Campania. I controlli sono scattati in oltre 160 pizzerie, multe per circa 30mila euro ad alcuni gestori e sanzioni per circa 200mila euro a produttori e importatori di legna.

E’ il bilancio delle verifiche compiute dal Nucleo carabinieri Cites nelle province di Napoli, Benevento e Caserta, contro l’importazione di legna frutto di disboscamento illegale, sanzionata da specifici regolamenti europei. I militari del hanno avviato la campagna di controllo partendo proprio da alcuni degli esercizi commerciali che utilizzano di più il legno nelle proprie attività produttive: le pizzerie.

Le verifiche, iniziate ad aprile, hanno riguardato 107 pizzerie nella provincia di Napoli, 34 in quella di Caserta e 20 in provincia di Benevento.