Il Tribunale di Torre Annunziata
Il Tribunale di Torre Annunziata

La decisione del presidente del Tribunale

Rischio assembramenti nelle aule del giudice di pace: ridotto il numero delle udienze negli uffici di Torre Annunziata (Napoli). A stabilirlo e’ stato Ernesto Aghina, presidente del tribunale oplontino e coordinatore degli uffici del giudice di pace, che sottolinea in un documento come ”l’attuale andamento della curva epidemiologica (innalzatasi in maniera esponenziale nell’ultima settimana) obbliga ad una rivisitazione della vigente organizzazione delle udienze, con particolare riferimento alla sede di Torre Annunziata, dove risulta maggiore il numero di udienze e quindi piu’ intenso l’afflusso di utenti”.

Aghina ha dunque stabilito che dal 9 novembre ”il numero dei procedimenti da trattarsi per ogni udienza viene ridotto da 32 a 24 (con esclusione dei rinvii per mancata comparizione delle parti)” e che ”la prima udienza del mese di ciascun giudice di pace sara’ dedicata esclusivamente alla trattazione dei fascicoli di prima udienza, fissati nel limite numerico di 40 a far data dal primo dicembre”.

ad

Provvedimento relativi alle prime udienze sono stati adottati anche per gli uffici del giudice di pace di Sorrento e Gragnano. Restando alla sede di Torre Annunziata, dove sono presenti un agente di polizia municipale e un volontario della Croce Rossa provvisto di misuratore elettronico della temperatura, il presidente del tribunale specifica che ”nella prossima settimana e’ prevista l’installazione di protezioni sulle scrivanie di tutti i giudici di pace, nonche’ una nuova fornitura di dispositivi di protezione individuale”.