lunedì, Novembre 29, 2021
Home Notizie di Politica Le ultime notizie di politica a Napoli

Le ultime notizie di politica a Napoli

- Advertisement -

De Luca: «20 studenti positivi al Covid, 99% figli di no vax»

«Oggi ho ricevuto un messaggio che mi ha fatto arrabbiare. Mi dicevano che in una scuola di Qualiano ci sono 20 studenti e 7 docenti positivi. Abbiamo fatto il contact tracing e per il 99% sono figli di genitori non vaccinati». Lo ha detto il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso del suo intervento a Industria Felix a Napoli. «Non ho parole – ha aggiunto De Luca – per esprimere il mio disprezzo per chi non ha rispetto per i propri figli. Confondere il diritti alla libertà con il diritto di contagiare colleghi e familiari e mettere a rischio la ripresa economica del Paese mi indigna». De Luca ha poi anche ricordato che la Campania «è per vaccinare tutti – ha detto – e per non dare il tampone gratuito a nessuno».

Whirlpool, sindacati: lunedì vogliamo provvedimento governo

«L’impegno del 25 ottobre è per entrambi i ministri di farci sapere quale provvedimento sarà preso per la continuità e di illustrarci il piano del consorzio». Lo chiede Barbara Tibaldi segretaria nazionale Fiom-Cgil, uscendo dal Mise al termine del tavolo sulla vertenza Whirlpool. I lavoratori devono sapere, spiega «che si faranno i sedili, le batterie e che all’interno della filiera si lavori sulle parti di elettronica e poi ci devono dire quante persone, dobbiamo sapere cosa ci aspetta. Deve esserci un impegno che sia rispettato anche da loro, e di quanto tempo di attesa ci saranno. Siamo perché si sappia con anticipo cosa vuoi fare e con quante persone e poi ci diranno con chi. Sicuramente ci sarà Invitalia».

Per Gianluca Ficco, segretario nazionale Uilm, la «cosa importante è il fatto che anche all’ultimo sia intervenuto Orlando e abbia accettato di mettere a verbale un impegno preciso» e avverte Giorgetti che andranno a «Varese per far sentire chiara la voce dei lavoratori, andiamo a parlare a un governo inconcludente che lunedì ci deve dare le prime risposte concrete» Le garanzie e la soluzione di «continuità lavorativa a tutti i 340 dipendenti di passare da Whirlpool a un nuovo soggetto – aggiunge Nobis di Fim-Cisl – sia a parità di condizioni, con mantenimento del lavoro a Napoli e mantenimento delle nostre professionalità. Per io resto abbiamo dati fiducia al governo ma ora abbiamo bisogno di accelerare».

La Cisl Fp: «Necessaria la modifica alla Legge Madia»

Non una battaglia per la regione Campania, ma per tutto il Paese. Dalla Cisl Fp parte la richiesta di una proroga in servizio di tutti i 7 mila precari campani e dei 63mila precari Italiani. È dal Sud che la voce dei lavoratori si amplifica fino a diventare quasi un grido esasperato che il sindacato ha raccolto in tutti questi anni. «Chiediamo proprio come ha fatto la Cisl Nazionale una norma precisa e dettagliata da inserire in finanziaria – dice Lorenzo Medici segretario Cisl Fp Campania – che da un lato preveda la proroga in servizio di tutto il personale precario (quello storico e quello reclutato a causa dell’emergenza Covid) e nel contempo riconosca un’anzianità non superiore ai 18 mesi e attivare le procedure di stabilizzazione, abbassando così il requisito previsto dalla Legge Madia che attualmente è di 36 mesi».

La richiesta della Cisl Funzione Pubblica tiene conto di tutte le professionalità che durante la pandemia sono state reclutate per sopperire alla mancanza cronica di personale. «Adesso non possiamo permettere che la sanità pubblica si privi ancora una volta di risorse fondamentali e di un capitale professionale straordinario – prosegue Lorenzo Medici – non possiamo rischiare di perdere questi lavoratori che si sono formati sul campo come quelli storici e soprattutto hanno imparato a gestire l’emergenza dal vivo e nel periodo più difficile per gli ospedali risultando decisivi nel salvare la vita dei cittadini». La richiesta della Cisl Fp si inquadra non solo in un’emergenza territoriale ma «deve essere intesa come un tassello per la costruzione della società post-covid 19 – conclude Medici – è importante capire che la modifica della Legge Madia va considerata come un processo per costruire una nuovo sistema sanitario fondato sul rafforzamento della medicina territoriale, sulla promozione della medicina di prossimità e sul fare prevenzione».

Re Magi col green pass a S.Gregorio Armeno

Re Magi col green pass a San Gregorio Armeno, la stradina napoletana celebre nel mondo per i presepi. Li ha realizzati il maestro Marco Ferrigno, titolare di una delle più note botteghe artigianali.«Era obbligatorio per loro – ci scherza su Ferrigno – dal momento che stanno per cominciare un lungo viaggio che li porterà verso la stalla dove nascerà il Bambin Gesù». Limitata la durata del Green Pass: «Scade il 6 gennaio», ironizza. Una iniziativa, quella del maestro pastoraio, che tuttavia ha attirato le critiche e gli insulti dei no vax: «Sul mio profilo Instagram – spiega a – assieme ai tantissimi like mi stanno dicendo di tutto. Dal fascista al naziskin. Eppure non ho fatto niente di diverso dal solito, attualizzare il presepio introducendo personaggi o situazioni del momento. L’anno scorso misi la mascherina ai Re Magi, quest’anno li ho dotati di green pass. E’ solo un messaggio ironico, nessuna volontà di fare polemica. Anzi – conclude – semmai l’intento era quello di stemperare certe tensioni che esistono. Nulla di più».

Napoli, eletto cingalese come «consigliere aggiunto»

Un cittadino di origine cingalese è stato eletto «consigliere aggiunto» nel Consiglio Comunale di Napoli. Lo ha stabilito l’Ufficio Elettorale Centrale, all’esito delle verifiche delle operazioni per l’elezione di un cittadino extracomunitario tra quattro candidati. A correre per il ruolo di consigliere aggiunto, oltre a Savary Ravendra Jeganesan, 37enne che ha ottenuto 464 voti, c’erano due candidati del Bangladesh e un altro del Senegal.

Riproduzione Riservata
- Advertisement -

Leggi anche...

- Advertisement -
Riproduzione Riservata