Fulvio-Martusciello
Fulvio-Martusciello

Napoli, Martusciello: «Manfredi ci dica chi comanda»

«Gaetano Manfredi si propone quale candidato sindaco ed è capace di proclamare una sua autonomia o c’è qualcuno che lo manovra, tale per cui Manfredi dice che Moretto non sarà candidato e dopo tre secondi qualcuno dice che non è così. La città deve sapere chi comanda e se Manfredi è autonomo o c’ è qualcuno dietro di lui». È quanto ha detto Fulvio Martusciello coordinatore cittadino di Forza Italia Napoli «Aspettiamo parole chiare da Manfredi – ha concluso – perché su questo si misura la democrazia».

Porto Napoli, Nappi (Lega): «Soddisfazione per l’attribuzione dei fondi, ma continuiamo a lavorare per la risorsa mare»

«Accogliamo con soddisfazione l’assegnazione di 20,1 milioni di euro di fondi che il Ministero ha attribuito all’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centrale, per effettuare interventi di riqualificazione dell’area monumentale del porto di Napoli. Un altro segnale importante dell’attenzione che il Governo Draghi ha per la terza città d’Italia, e un ulteriore fondamentale passo per il rilancio dello scalo marittimo, che deve tornare al centro, insieme alla risorsa mare, dell’economia partenopea e favorire la logistica di interconnessione dei territori. Da tempo stiamo lavorando al progetto della nuova Napoli, e tra i punti del nostro programma c’è la valorizzazione del mare, dell’intera area costiera (letteralmente abbandonata dalle sinistre) e del porto, elementi centrali per la realizzazione di un polo turistico ed economico internazionale». Lo sottolinea Severino Nappi, consigliere regionale della Lega e coordinatore della lista Prima Napoli che sostiene la candidatura a sindaco di Catello Maresca.

ad

Napoli, collegamento internet gratis in 40 punti città

Il Comune di Napoli ha aderito al progetto nazionale «Piazza Wi Fi Italia» che prevede l’installazione di oltre 40 hotspot in città per il collegamento gratis a internet, dopo la registrazione alla piattaforma. I primi sopralluoghi tecnici sono previsti per settembre per arrivare entro l’autunno all’attivazione degli hotspot.

Saranno collegate 15 biblioteche, oltre al PAN, il Maschio Angioino, Castel dell’ovo, la Sala Gemito, la Galleria Principe di Napoli, Palazzo San Giacomo e le sedi delle municipalità; wifi gratis anche alla Chiesa di San Severo al Pendino e al Convento di San Domenico Maggiore ma anche allo Stadio Caduti di Brema e al Polifunzionale di Soccavo «Gli hotspot verranno installati in strategici punti di aggregazione come biblioteche, musei, piazze e sedi municipali per permettere ai cittadini e ai visitatori di poter accedere alla rete» afferma l’assessora con delega all’informatizzazione, Rosaria Galiero.

«Permettere l’accesso gratuito a internet è sempre stato un elemento rilevante ma oggi lo è diventato ancora di più, vista la spinta verso nuovi processi di digitalizzazione» afferma l’assessora con delega alla Trasformazione Digitale, Donatella Chiodo, «Inoltre ritengo che queste opportunità permettano anche di iniziare un percorso di mitigazione di quello che viene chiamato il «digital divide», quel divario digitale tra chi ha un agevole accesso alla rete e chi ne è escluso o penalizzato».

Ambiente, Borrelli: «Per Fosso Imperatore intervenga Arpac»

È di nuovo allarme inquinamento per il fiume Sarno. Stavolta sotto i riflettori è la situazione del Fosso Imperatore, a Nocera Inferiore, affluente del Sarno. È quanto denuncia in una nota il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli dopo aver ricevuto la segnalazione di diversi cittadini.

«Abbiamo segnalato ad Arpac e alla Polizia Ambientale questa situazione di richiedendo delle verifiche accurate, è necessario intervenire in maniera determinata per mettere fine a tale scempio. Il Sarno è un fiume che nasce pulito che lungo il suo tragitto viene inquinato, soprattutto a causa degli scarichi abusivi ed illeciti, ed è per questo che è assolutamente necessario individuare tutti gli inquinatori e punirli in maniera severissima anche con la chiusura delle attività se è necessario. Dobbiamo salvare i corsi d’acqua e la nostra terra e l’unico modo per farlo è organizzare un monitoraggio costante del territorio, far partire controlli ed indagini mirate e prevedere pene severissime per chi inquina», ha detto il consigliere Borrelli.

Afghanistan, Menna: «Appello donne deve essere accolto»

«L’appello lanciato dalle donne afgane non può passare in silenzio. Non hanno nomi perché adesso regna la paura, leggo che sono nascoste nelle cantine e io come donna innanzitutto, come assessora alle pari opportunità, poi, invito ad una riflessione politica proprio perché non possiamo tacere ma dobbiamo alzare forte la nostra voce. L’Europa, l’Occidente tutto che si fa portavoce di diritti conquistati nel corso della Storia non può non sentirsi addosso la responsabilità di quello che accadrà alle donne afgane». Lo ha detto l’Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, Francesca Menna.

«Questo è il momento di dimostrare con fatti concreti che non saranno ammesse dalla comunità internazionale politiche che riportino le donne a realtà inammissibili. Non possiamo lasciare sole le coraggiose donne afgane che si sono fatte portatrici di cambiamenti importanti e che ora rischiano la vita. C’è la necessità e l’urgenza – ha aggiunto – di aprire corridoi umanitari e mettersi in contatto per attivare una rete di protezione e di mostrarsi fermi nei difendere questi principi anche attraverso iniziative politiche importanti».

Riproduzione Riservata