venerdì, Maggio 20, 2022
HomeNotizie di PoliticaLe ultime notizie di politica a Napoli

Le ultime notizie di politica a Napoli

Scuola, Manfredi: «Serve stessa offerta del resto d’Italia»

«Noi dobbiamo essere in grado di intervenire prima che il disagio della dispersione scolastica emerga». Lo ha detto il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, parlando alla cerimonia di sottoscrizione del Patto educativo, nel carceri di Nisida, con i ministri Bianchi e Lamorgese. Manfredi, parlando anche in qualità di sindaco metropolitano, ha detto che servono strutture «perché in alcuni Comuni abbiamo un solo asilo nido». Per il sindaco, infine, in tutta la provincia di Napoli «bisogna fare in modo che si possa avere il tempo pieno, che sia nella media nazionale». «Dobbiamo avere la stessa qualità di offerta scolastica che sia uguale a quella di altre parti di Italia», ha stigmatizzato ritenendo necessario lavorare «sull’ordinamento insieme agli interventi straordinari».

Raccolta firme di Fratelli d’Italia per la riapertura del Loreto Mare

«Una raccolta di firme per chiedere la riapertura del Loreto Mare, importante presidio sanitario della città di Napoli, con un Pronto Soccorso che registrava fino a centomila accessi all’anno, secondo solo al Cardarelli, e 130 posti letto». E’ l’iniziativa promossa dai dirigenti di FdI, Luigi Rispoli ed Antonio Quaranta, che potrà essere sottoscritta presso il Circolo di FdI della II Municipalità, sito in Via del Carmine n.22, nei Centri di assistenza fiscale siti in Corso Lucci n. 113 e in Via del Carmine n. 13, on line all’indirizzo www.change.org e nei banchetti che, nei prossimi giorni, saranno in vari punti della città.

«Dall’inizio della pandemia, il Loreto Mare è stato convertito in Covid Hospital, eliminando il Pronto Soccorso, la diagnostica, la cardiologia e la chirurgia d’urgenza. Oggi, alla luce della crisi della rete dell’emergenza-urgenza e dell’esiguo numero di pazienti ricoverati, la scelta di riaprire il Loreto Mare diventa obbligata e fondamentale per restituire ai napoletani un punto di riferimento sanitario essenziale per il territorio» – spiegano i due dirigenti di FDI che aggiungono: «la Petizione, rivolta al Presidente della Regione Campania ed al Consiglio Regionale della Campania, è finalizzata alla immediata riapertura dell’Ospedale Loreto Mare e alla sua classificazione come DEA di Primo livello, con Pronto Soccorso, Medicina d’urgenza, Anestesia, Polo materno – infantile, Rianimazione e Cardiologia con UTIC».

Qualitàaria, Muscarà: «Tante denunce, dati a rilento»

«La qualità dell’aria in Italia è ancora pessima, ed arriveranno altre condanne anche da parte dell’Ue nei confronti del nostro Paese che continua a sforare i limiti imposti sulla qualità dell’aria». Sono queste le parole della consigliera Maria Muscarà, «la quale da anni – è scritto in una nota – denuncia le difficoltà sul nostro territorio per ciò che concerne il rilevamento della qualità dell’aria».

«Ogni anno si contano almeno 60 mila morti premature per smog, in media sono circa 160 al giorno. Oltre alla qualità dell’aria il problema è anche il rilevamento di essa, che spesso non è puntuale specialmente nella nostra regione. La verifica del benzene a Portici per circa un mese è andata in tilt, e solo grazie alle mie segnalazioni ho finalmente ricevuto delle risposte da Arpac. Intanto l’attività di monitoraggio è molto poco attendibile, ad esempio la centralina del Parco Virgiliano: dal 4 aprile produce solo dati «np – non pervenuti».

Cerchiamo ancora risposte su Volla, San Vitaliano e Pomigliano ed altri paesi che, in Campania, sappiamo che hanno sforato già da aprile, i 35 giorni l’anno calcolati sui limiti d’inquinamento. Quelle che faccio ad Arpac sono segnalazioni settimanali da ormai sei anni, ma va sempre tutto a rilento, con monitoraggi spesso poco attendibili. Per non parlare dei porti: la guardia costiera verifica che le navi nel porto utilizzino carburante a basso contenuto di zolfo? Quante multe emettono in un anno per tenere sotto controllo tale situazione?».

Grimaldi: «Percorso finito, lascio i Moderati»

«Questa mattina ho comunicato ufficialmente al coordinatore regionale, Enzo Varriale, che il mio percorso con i «Moderati» è finito. Dunque, sono io che lascio il movimento. Proseguirò il mio impegno politico in consiglio comunale, a Napoli, da indipendente». A dirlo è Luigi Grimaldi, consigliere comunale di Napoli.

Leggi anche...

- Advertisement -