giovedì, Maggio 19, 2022
HomeNotizie di PoliticaLe ultime notizie di politica a Napoli

Le ultime notizie di politica a Napoli

Bassolino: «Seri problemi ma istituzioni non funzionano»

«Di fronte a tanti gravi problemi sociali e civili sono indispensabili il massimo impegno ed il positivo funzionamento di tutte le istituzioni. Ma così non è. Prendiamo le commissioni consiliari che continuano a riunirsi contemporaneamente e dunque i consiglieri dovrebbero stare al confine tra una stanza e l’altra. è poco serio: l’ho detto una volta, due, tre, che bisogna fare?». Lo scrive in un post il consigliere comunale, Antonio Bassolino, già sindaco di Napoli. «Un problema importante riguarda anche le dieci Municipalità. Nessuna ha ancora il suo organo esecutivo – spiega – è abbastanza assurdo. Infine sembra prospettarsi uno spostamento delle elezioni per il consiglio metropolitano: eppure siamo gli ultimi dato che hanno già votato tutte le grandi città metropolitane. Mi auguro che non avvenga perché è inconcepibile un simile comportamento». «Cosìnon va – conclude – Le istituzioni non possono essere subordinate agli interessi di parte. è con giusto stile e con la necessaria correttezza che bisogna muoversi per far scattare un sentimento di partecipazione dei cittadini e per perseguire, con il contributo di tutti, il bene della città».

Insediato tavolo operativo sulla Zes

Alla luce delle interlocuzioni svoltesi nelle scorse settimane, si è insediato oggi a Palazzo San Giacomo il tavolo operativo sulla Zes (Zona Economica Speciale): hanno partecipato l’assessore al Lavoro Chiara Marciani, il capo di gabinetto Maria Grazia Falciatore, ed il commissario governativo Giosy Romano. Sono due – spiega una nota – le zone della città individuate come potenziali aree a cui applicare la normativa della Zes sfruttando le opportunità di investimento ed i benefici fiscali: Napoli est e Bagnoli. In un’ottica di programmazione unitaria e coerente con le linee di indirizzo dettate dall’amministrazione comunale, i progetti relativi alla Zes verranno realizzati in asse sinergico con quelli previsti nell’ambito del Pnrr oppure con i contratti istituzionali di sviluppo (Cis).

De Iesu illustra piano per la sicurezza

L’assessore alla Legalità del Comune di Napoli Antonio De Iesu ha illustrato – nella sede della commissione Polizia Municipale e Legalità, presieduta da Pasquale Esposito – contenuti dell’accordo per la sicurezza siglato in Prefettura lo scorso 20 gennaio alla presenza della ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. «Si tratta – ha spiegato De Iesu – di un grande contenitore che parte dall’implementazione della videosorveglianza e comprende molteplici interventi che vanno dal contrasto del disagio giovanile, alla lotta alla dispersione scolastica e all’utilizzo sociale dei beni confiscati. Sono anche previsti tavoli di concertazione monotematici che saranno convocati nei vari territori municipali».

Tutti i consiglieri intervenuti – Catello Maresca (Gruppo Maresca), Alessandra Clemente (Misto), Rosario Andreozzi (Napoli solidale Europa verde), Pasquale Sannino (Insieme per Napoli Mediteranea), Gennaro Acampora (Partito Democratico) Iris Savastano (Forza Italia) Ciro Borriello (Movimento 5 Stelle) – hanno richiamato particolare attenzione sulla prevenzione del disagio sociale sollecitando risposte concrete ai bisogni primari del territorio, a partire dall’illuminazione pubblica. La commissione Politiche Sociali, presieduta da Massimo Cilenti, ha fatto il punto sul programma di assegni di cura della Regione Campania per favorire la permanenza a domicilio delle persone in condizioni di disabilità grave e gravissima.

L’importo dell’assegno di cura è fissato in due quote mensili distinte tra gravissimi e gravi, ai quali vengono erogati rispettivamente 1200 e 600 euro mensili. Nel corso della riunione, presenti l’assessore alle Politiche sociali Luca Trapanese e gli uffici competenti, è emerso che la Regione Campania attualmente non finanzia per intero l’assistenza domiciliare ai disabili gravi, ma solo quella per i gravissimi, determinando una situazione di incertezza nella programmazione del servizio. Molti gli intervenuti – Toti Lange (Misto); Iris Savastano (Forza Italia); Sergio Colella (Manfredi Sindaco); Rosario Andreozzi (Napoli solidale Europa verde); Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco) – per chiedere urgenti risposte chiare da parte della Regione Campania.

La Commissione, ha concluso il presidente Cilenti, si farà promotrice, insieme all’assessorato, di un incontro con la Regione e l’Asl Napoli 1 Centro per comprendere le ragioni di questa scelta e perché siano assicurati in tutti distretti sanitari territoriali gli stessi criteri di valutazione in merito alla condizione degli utenti gravi o gravissimi.

Leggi anche...

- Advertisement -