giovedì, Maggio 19, 2022
HomeNotizie di PoliticaLe ultime notizie di politica a Napoli

Le ultime notizie di politica a Napoli

Ex mercato ittico, Nappi: «Da un anno chiesto intervento»

«Ci voleva il rogo della baraccopoli che sorge davanti alla struttura di piazza Duca degli Abruzzi, perché le condizioni di degrado in cui versa l’ex Mercato Ittico ricevessero attenzione. È un anno che denunciamo con frequenza la necessità di un intervento sinergico tra Comune e Regione per lo sgombero dell’accampamento abusivo, simbolo di degrado, e per avviare contestualmente il recupero della struttura, una vera e propria opera d’arte dell’architettura contemporanea, riconvertendola in centro attrattivo e spazio di integrazione alla città da restituire e mettere a disposizione dei cittadini». Lo afferma Severino Nappi, consigliere regionale e coordinatore cittadino della Lega a Napoli. «Considerando, per di più, che stiamo parlando dell’area Est di Napoli, per la quale – aggiunge – prima di cimentarsi in fumosi e faraonici progetti, la Regione farebbe meglio ad accorgersi delle drammatiche condizioni di abbandono in cui versa».

Teatro San Carlo, Manfredi: «Per stabilità contributi privati»

«Il San Carlo deve essere in grado di avere più finanziatori. La sfida che abbiamo davanti per garantire stabilità al Teatro è avere non solo tante istituzioni che lo sostengono, ma anche un contributo da parte dei privati per fare in modo che la somma di tutti questi contributi sia in grado di garantire un buon futuro al San Carlo. Credo che lavorando insieme riusciremo a farlo». È l’opinione del sindaco di Napoli e presidente del Consiglio di indirizzo del Massimo partenopeo, Gaetano Manfredi, espressa rispondendo a una domanda relativa ai fondi destinati dalla Regione Campania alla Fondazione Teatro San Carlo. Il primo cittadino ha evidenziato che «la Regione sostiene in maniera importante il San Carlo, ha dato negli ultimi anni molte risorse. Rispetto alle previsioni, quest’anno una quota del Poc non è stata attribuita, ma il San Carlo deve essere in grado di potersi muovere con più finanziatori».

Quirinale, Caldoro: «È Berlusconi la figura più autorevole»

«Il Pd in Campania ha messo in campo un gioco scorretto, senza bon ton istituzionale. Si sono divisi ed il centrodestra è rimasto compatto» così Stefano Caldoro, capo della opposizione di centrodestra in Campania, a Tele Vomero risponde ad una domanda sui Grandi Elettori della Campania. «Abbiamo difeso la coalizione, ho fatto un passo a lato, da capo della opposizione, per favorire una soluzione possibile a garanzia del Centrodestra. Abbiamo individuato una donna, Annarita Patriarca che è capogruppo di Forza Italia. Una dirigente fedele alla causa che ha già detto chiaramente che garantirà il sostegno al Presidente Berlusconi». Per Caldoro il Cavaliere «è l’ipotesi più autorevole, ha un altissimo profilo. È il leader del centrodestra ed ha prestigio internazionale». «Il tema – ha aggiunto – sarà il comportamento della sinistra che non può porre pregiudiziali. Il centrodestra ha votato i presidenti Napolitano e Mattarella che erano rappresentanti di storie e formazioni politiche del centrosinistra. Ora tocca farlo con Berlusconi». «Mi auguro – ha concluso- sciolga la riserva e quando lo avrà fatto non esisterà un piano B».

Rifiuti, Cantalamessa: «Giunta Manfredi come le altre»

«Dalla I alla X Municipalità, Napoli è un susseguirsi di bidoni stracolmi e immondizia non raccolta.. Il sindaco Manfredi non fa che arrancare scuse e rimpallare responsabilità». Così il deputato della Lega Gianluca Cantalamessa. «Emblematica – aggiunge il deputato della Lega – la situazione nella Galleria Umberto I dove, in pieno centro, clochard e immigrati, spesso senza permesso di soggiorno, bivaccano e insudiciano senza vergogna». « Dove sono finiti i buoni propositi preelettorali e la promessa di cambiamento? I cittadini napoletani sono stanchi del degrado in cui versa la città. «Credevamo – conclude Cantalamessa – fossero lontani gli anni della Napoli sporca e degradata in cui regnava l’immobilismo. Invece, questa guida comunale non è che la prosecuzione di quella a firma Pd che i cittadini partenopei subiscono da ormai troppi anni».

Amedeo Laboccetta (Polo Sud): «Appello al Sindaco Manfredi. Intitolare piazza o strada a Giorgio Almirante»

«Premesso che plaudo in toto all’intitolazione del Palazzo di Giustizia da parte della giunta al presidente emerito della Corte costituzionale, il giurista Alessandro Criscuolo, chiedo al sindaco Manfredi, uomo di grandi vedute, innegabile correttezza «storica», modernità, e assenza di pregiudizi, miti falsi e anacronistici, di valutare la possibilità di intitolare una piazza o strada a Giorgio Almirante, un italiano che ha dato lustro, e un contributo di spessore alla città di Napoli e di cui ho avuto il privilegio di conoscerne le doti morali e politiche nella Sala dei Baroni. Da parte del primo cittadino sarebbe un bel gesto di alto valore non solo simbolico, all’inizio del suo cammino per il bene della città». Lo chiede l’ex parlamentare e consigliere comunale Amedeo Laboccetta, presidente dell’associazione Polo Sud.

Leggi anche...

- Advertisement -