sabato, Agosto 20, 2022
HomeNotizie di PoliticaLe ultime notizie di politica a Napoli

Le ultime notizie di politica a Napoli

Assoluzione Nonno, Schifone: «FdI ha sempre creduto nella sua innocenza»

«Non solo sono più che felice sul piano umano per la fine del le grandi sofferenze subite da Marco in 14 anni di processo, ma sono soddisfatto anche sul piano politico perché Fdi ha sempre creduto nella sua innocenza». Lo dice Luciano Schifone, della direzione nazionale di Fratelli d’Italia in merito all’assoluzione del consigliere regionale Marco Nonno.

«Infatti la sua assoluzione è la conferma della validità della posizione della Destra che si oppose al folle piano del centrosinistra di devastare con una mega discarica il già martoriato quartiere di Pianura. Non dimentichiamo che quelle drammatiche giornate, evidenziarono ancor di più la catastrofe dei rifiuti urbani a Napoli, e contribuirono alla vittoria di Berlusconi che in sei mesi poi mise in funzione il termovalorizzatore di Acerra che ancora oggi è fondamentale per Napoli e la Campania. Il progetto fu bloccato dal popolo di Pianura che scese in piazza, e quindi va sottolineato il valore della militanza sociale, che senza paura seppe opporsi e che, in questo caso è stato riconosciuto con sentenza», ha concluso.

Nappi: «Ciò che De Luca fa con i dati dei contagi in Campania è inquietante»

«Ciò che De Luca fa con i dati dei contagi in Campania è inquietante: dichiara e omette i dati dei test rapidi a seconda di come gli conviene, creando in questo modo allarmismo tra i campani e, purtroppo, anche danni economici seri». È quanto spiega Severino Nappi, consigliere regionale e coordinatore cittadino della Lega a Napoli. «Da De Luca ci saremmo aspettati di tutto, ma una gestione così scellerata dell’emergenza no. Mai come ora, è il momento di dire la verità: De Luca dica ai cittadini se e quanto sono in pericolo.
Basta giocare con la salute e la vita dei campani!»

Napoli, intesa con Cdp per progetti di sviluppo

«All’insegna della piena collaborazione istituzionale, il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, e una delegazione di Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) guidata dall’ad Dario Scannapieco, hanno stabilito di comune accordo un cronoprogramma sui progetti di sviluppo ed investimenti che riguardano la città di Napoli». E’ quanto si apprende da una nota del Comune di Napoli. «Al centro del proficuo confronto – si legge – il tema dell’Albergo dei poveri su cui si lavorerà alla promozione di un’intesa tra pubblico e privato in modo da diversificare la destinazione della struttura; l’apertura alla cittadinanza dell’ingresso al Molo di San Vincenzo in vista di una completa riqualificazione dell’area; la realizzazione dei progetti Pnrr sul trasporto pubblico; l’avanzamento dei lavori nell’ex Manifattura Tabacchi per la creazione del Polo Agritech con la partecipazione di tutti i soggetti competenti; la collaborazione sulla riqualificazione del sito di Bagnoli». «I dettagli operativi – prosegue la nota – con la relativa tempistica verranno resi noti nei prossimi giorni una volta compiuti i passaggi formali necessari»

Ciarambino: «80 neonati per 50 posti nell’unico reparto in Campania che ospita mamme positive al Covid»

«A fronte di 50 posti complessivi disponibili, ad oggi sono più di 80 i neonati assistiti al centro di Terapia Intensiva Neonatale dell’AOU Federico II. Di questi, ben trenta sono i bimbi nati da madri positive, essendo quello del II Policlinico l’unico centro neonatale in tutta la Campania che ospita partorienti. Una situazione di giorno in giorno sempre più insostenibile, esplosa nella notte tra l’8 e il 9 gennaio, con 40 accessi di mamme prossime al parto provenienti praticamente da ogni provincia, molte delle quali positive al Covid, con casi anche di particolare gravità. È evidente che un solo punto nascita Covid in tutta la Campania non sarà mai in grado di garantire un’assistenza adeguata a mamme e neonati. Un’emergenza annunciata, provocata dalla mancata individuazione di altri centri di ostetricia Covid da parte dell’Unità di crisi, ma anche alla luce dell’annunciato incremento della curva dei contagi».

Così la vicepresidente del Consiglio regionale della Campania e capogruppo regionale M5S Valeria Ciarambino, che denuncia la vicenda in una nota indirizzata al direttore generale Tutela della salute del servizio sanitario regionale, al coordinatore dell’unità di crisi e al governatore della Campania.

«È necessario e urgente – scrive Ciarambino nella nota a sua firma – che si attivino nuovi hub ostetrici, almeno uno per ogni provincia, per corrispondere con immediatezza all’incremento della domanda di ricovero di donne in stato di gravidanza malate di Covid. Al contempo, si rende necessario incrementare il personale sanitario del Centro nascita del Policlinico Federico II, ricorrendo all’occorrenza alla contrattualizzazione dei medici in formazione specialistica, come previsto dalla normativa emergenziale».

Leggi anche...

- Advertisement -