anche gli anziani nel mirino del clan
Truffe agli anziani, 5 arresti (foto di repertorio)

Truffe agli anziani, l’operazione è scattata alla Torretta, Soccavo e Quartieri Spagnoli

Sgominata una gang, che secondo le risultanze investigative, avrebbe portato a termine oltre 30 colpi tra l’estate del 2018 e giugno 2020. Il blitz, a Napoli, è scattato nei rione della Torretta di Chiaia, a Soccavo e ai Quartieri Spagnoli. A finire in carcere, Ciro Campolongo e Giuseppe Sarpa. Domiciliari disposti, invece, per Luigi Laviano; Diego Ruggiero; Salvatore Botta. La misura dell’obbligo di firma è scattata per Salvatore Siviero e Luca Grillo. Indagata a piede libero, la 46enne Maria Campolongo.

L’indagine, coordinata dal pool della Procura che tratta tra l’altro i reati contro il patrimonio e diretto dal procuratore aggiunto Lucia Lotti, ha consentito a poliziotti e carabinieri di fare luce su 39 casi di cosiddette truffe agli anziani, di cui 33 nella Capitale e 6 nella Regione Friuli Venezia Giulia, per i quali gli accertamenti sono stati svolti dai carabinieri della Compagnia di Monfalcone.

ad
Dall’alto a sinistra in senso orario, Giuseppe Sarpa, Maria Campolongo, Salvatore Siviero, Luigi Laviano e Ciro Campolongo

In tutti i casi, le vittime avevano denunciato di aver ricevuto una telefonata da un sedicente maresciallo dei carabinieri o da un avvocato, che riferiva di un finto incidente stradale in cui era rimasto coinvolto un parente della vittima e per cui era urgentemente necessaria una somma di denaro per risarcire il danno. Quando la truffa andava a segno, il truffatore concludeva il colloquio indicando alla vittima una persona che si sarebbe recata nella sua abitazione per ritirare il risarcimento. Per la vittima, persona anziana e sola nella maggior parte dei casi, il danno spesso si concretizzava non solo nella consegna dei soldi pattuiti ma, approfittando della distrazione della stessa, anche nel furto di preziosi e denaro presenti in casa. Il danno complessivo dei beni sottratti, ammonta a circa 40mila euro in contanti e 100mila circa di preziosi.