Cosimo Sibilia

Abbiamo provato a intervistare il vice coordinatore regionale di Forza Italia ma, per farci pagare un pezzo non gradito di qualche giorno fa, ha deciso di non parlare

Avremmo voluto rivolgere queste domande, direttamente al deputato di Forza Italia, Cosimo Sibilia, nominato di recente vice coordinatore regionale della Campania per il partito azzurro. Ma Sibilia, al quale evidentemente non è risultato gradito il nostro articolo dal titolo Forza Italia, Cosimo Sibilia già prova a rompere i patti, ha deciso di non concederci l’intervista. Strana concezione della libertà di stampa hanno oggi i politici.

Di seguito le domande:

ad

Lei ultimamente è stato nominato vice coordinatore regionale di Forza Italia, dallo stesso coordinatore, Domenico De Siano, che di fatto la aveva commissariata, allontanandola dal coordinamento provinciale di Avellino. Serviva quindi come risarcimento, una nomina, una poltrona per fare tabula rasa di tutti i suoi ragionamenti sulla cattiva gestione del partito? Era solo una questione di potere la sua crociata all’interno di FI, contro i vertici del partito?

Come ha preso il comunicato stampa di De Siano, che seguì di poche ore la sua intervista sul quotidiano Il Mattino di Avellino, in cui attaccava, nemmeno tanto velatamente il coordinamento regionale, di cui lei è uno dei due vice? Molti osservatori, compresa la nostra testata, l’hanno interpretata come una bacchettata nei suoi confronti. Lei cosa pensa della risposta piccata che diede De Siano, dopo la pubblicazione dell’intervista?

Molti suoi detrattori le contestano una gestione del partito non particolarmente brillante ai tempi del coordinamento provinciale, e questo sarebbe dimostrato dai risultati pessimi raggiunti alle Amministrative precedenti le ultime Regionali. I detrattori la ritengono troppo proiettata sui giochi di potere romani e nazionali che le impediscono di coltivare il territorio. Che cosa risponde al riguardo?

Si trova a suo agio in questa Forza Italia, con Martusciello e De Siano, che ha indicato sempre come suoi acerrimi nemici?

Un tempo si diceva che lei fosse vicino anche a Luigi e ad Armando Cesaro, come sono adesso i suoi rapporti con loro?

Quali sono i suoi rapporti con Mara Carfagna?

E’ ancora dell’idea di proporre come coordinatore provinciale ad Avellino, Ines Frongillo, una candidata che nonostante l’impegno e la presenza sul territorio, negli ultimi anni, non è mai stata eletta?

Riproduzione Riservata