Sabato 10 ottobre a San Giorgio a Cremano, la rivelazione di Masterchef 9 presenterà il suo primo menu degustazione.

Sabato 10 ottobre, “L’oir Eventi”, esclusiva location sita a San Giorgio a Cremano, in via Cupa Mare 6, sarà lo scenario in cui Fabio Scotto di Vetta, avvocato napoletano rivelazione di Masterchef 9, presenterà il suo primo menù degustazione. Dalla cucina più famosa della tv all’impatto con dei veri e propri commensali. Con l’emozione che, a pochi giorni dall’evento che ha già fatto registrare il tutto esaurito, è ormai a livelli considerevoli. “Dopo mesi passati a studiare, a continuare ad approfondire, finalmente ho trovato la possibilità di proporre il mio menu. E devo dire che sono molto contento perché il riscontro è già stato ottimo. Questo mi responsabilizza molto. Ci tengo a fare bene”. Così Fabio Scotto di Vetta a Stylo24

Fabio Scotto di Vetta

Un menù che sarà una sorpresa e sul quale aleggia una sorta di segreto d’ufficio. D’altronde chi meglio di un avvocato potrebbe mantenerlo. “Sarà una degustazione di cinque portate abbastanza particolare, molto legata alla nostra terra, che nulla ha da invidiare alle altre: un aperitivo di benvenuto, un antipasto, un primo, un secondo e un dolce. Il tutto accompagnato da vini di una prestigiosa cantina campana. Sono molto emozionato, ma anche carico. Mi avvarrò dell’aiuto di altri cuochi che mi supporteranno e sopporteranno”.

ad

Una delle portate, però, Fabio la svela. E sarà senza dubbio una piacevole sorpresa per i circa 50 commensali, che avranno modo di assaggiare un piatto già visto in tv. “Si tratta del baccalà dolce e salato che ho portato davanti ai giudici di Masterchef per entrare nel programma”. L’esperienza che, più di tutte, ha dato una sterzata alla vita di Fabio, che continua con il suo lavoro di avvocato, nello studio legale al fianco di sua moglie Arianna, ma che non smette di alimentare la passione per la cucina e la ristorazione. “Certi fuochi che hai dentro di te non puoi spegnerli, anche perché, per esperienza personale, ho imparato che finiranno sempre con il riaccendersi di nuovo”.

Fabio Scotto di Vetta

E allora occasioni come quella di sabato consentono di sfogare una passione che è ormai divampata a livelli altissimi. Tanto che potrebbe essere solo la prima di tante, come lui stesso ci dice. “Altre serate in futuro? Molte persone che non riusciranno a esserci per mancanza di posti, me l’hanno già chiesto e a questo punto ci sto pensando seriamente. Sono attestazioni di affetto che gratificano e meritano di essere ricompensate. Magari la prossima volta mi metterò in gioco con un menu di carne”. Sempre avanti, l’avvocato del tavolo, verso nuove sfide, per migliorare e migliorarsi. A testa alta. Ma con un occhio ai fornelli.

Riproduzione Riservata