Durante servizi di controllo per contrastare violazioni a norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e lavoro nero i Carabinieri della Stazione di Grumo Nevano insieme a personale dell’ASL Napoli 2 Nord hanno ispezionato un opificio per la confezione di abiti da uomo su corso Carlo Alberto di Casandrino di un 40enne del Bangladesh. Sul posto è stata riscontrata la presenza di 12 lavoratori di nazionalità bengalese. Cinque dei dodici sono risultati al lavoro ”a nero”; 2 di questi erano non in regola con le norme sull’immigrazione.

ad

Riscontrate, quindi, violazioni penali che hanno comportato la denuncia del titolare: aver dato lavoro ai 2 clandestini, non aver provveduto alla regolare manutenzione tecnica delle attrezzature, i locali disponevano di cassette di pronto soccorso non idonee per la categoria di attività, i revisori all’interno dei locali non erano sottoposti alla prescritta revisione periodica. Struttura, macchinari e attrezzatura sono stati sottoposti a sequestro penale.

Riproduzione Riservata