Sono in totale 130 i corsi formativi che la Regione Campania destina all’inserimento lavorativo di disoccupati di lunga durata e di coloro che hanno maggiore difficolta’ a trovare un lavoro. Pubblicati, sul Burc di ieri, i risultati dell’avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali per il “Piano di formazione-lavoro per ex percettori di ammortizzatori sociali ordinari e straordinari ora privi di sostegno al reddito e/o disoccupati”.

ad

 

I corsi ammessi a finanziamento, per complessivi 16 milioni di euro del Por Campania Fse 2014-2020, coinvolgeranno piu’ di 2.000 disoccupati, ex percettori di ammortizzatori sociali e ora privi di sostegno al reddito, che avranno la possibilita’ di usufruire di percorsi formativi della durata di 600 ore e di ottenere una qualifica professionale che consenta un rapido reinserimento nel mondo del lavoro. I settori sono i piu’ disparati: si va dalla green economy, con la formazione per gli operatori ambientali, quelli per il trattamento e il recupero dei rifiuti e per gli impianti termici, al settore turistico; dalla valorizzazione del patrimonio culturale (accompagnatore turistico, addetto al front office) all’ICT (tecnico del customer relationship manager), dai servizi alla persona a quelli socio-sanitari.

L'assessore regionale Chiara Marciani
L’assessore regionale Chiara Marciani

“Offriamo a coloro che sono usciti dal mercato del lavoro – commenta l’assessore alla Formazione e alle Pari Opportunita’, Chiara Marcianiuna valida occasione, attraverso una formazione specializzata ed elaborata sulla base dei reali fabbisogni occupazionali del territorio, con una particolare attenzione ai settori che offrono maggiori prospettive di crescita. L’obiettivo, con percorsi di oltre 600 ore volti all’acquisizione di qualifiche professionali, e’ di promuovere un’occupazione di qualita’, sostenere la mobilita’ ed il reinserimento dei lavoratori”.

Severino Nappi
Severino Nappi, responsabile nazionale Politiche per il Sud di Forza Italia

La replica dell’ex assessore Severino Nappi
“La Regione pubblicizza nuovi corsi per disoccupati, finanziati con fondi europei, cui promettono un rapido reinserimento nel mondo del lavoro. Con quali criteri sono stati individuati i settori dei corsi, considerato che la Regione non possiede i dati dei fabbisogni delle imprese? E poi, prima di sprecare altri 16 milioni di euro in finta formazione, non sarebbe stato il caso di verificare quanti sono i disoccupati che, coi corsi precedenti, sono stati ricollocati? Invece, siamo in presenza dell’ennesimo spreco e, sopratutto, dell’ennesimo inganno”. Cosi’ Severino Nappi, responsabile nazionale Politiche per il Sud di Forza Italia.