adolfo greco castellammare camorra
L'imprenditore stabiese Adolfo Greco

Viene ritenuto tra i presunti fiancheggiatori della cosca.

Figura anche il noto imprenditore di Castellammare di Stabia (Napoli), Adolfo Greco, tra le 7 persone arrestate stamattina nell’ambito dell’inchiesta della DDA di Napoli su presunti fiancheggiatori del clan dei Casalesi. Greco, che era concessionario in esclusiva sul territorio stabiese di prodotti del gruppo Parmalat e Latte Berna, è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa.

Per gli investigatori della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato, avrebbe aiutato un’azienda – secondo la Procura Antimafia intestata a un prestanome della camorra – ad inserirsi nel settore della commercializzazione e distribuzione del latte.

ad

Leggi anche / Scarcerato Adolfo Greco, il «re del latte» di Castellammare

Nella tarda serata di ieri Greco aveva ottenuto i domiciliari nell’ambito dell’inchiesta per estorsione aggravata dalla matrice camorristica per la quale è attualmente sotto processo. Per questi fatti è detenuto in carcere dal 5 dicembre 2018. Il provvedimento di attenuazione della misura cautelare era in attesa di esecuzione.