di Giancarlo Tommasone

A guardarli non si direbbe. Per la mise elegante sembrano due ragazzi della «Napoli bene» che abbiano appena finito di partecipare a una festa di Natale o che stiano tornando a casa in uno dei quartieri più «in» della città. Ma ogni tanto, bisogna affidarsi alla lezione insita nei proverbi e allora, quanto appare depositario di verità l’adagio «l’abito non fa il monaco». I protagonisti della storia sono due ragazzi di origine rom, 17 anni lui, 15 lei. Il giovane è vestito di tutto punto, impeccabile. Abito blu, fazzoletto nel taschino, sciarpa in tinta che gli avvolge il collo, pettinatura curatissima. La sua socia indossa un tailleur scuro, sopra un cappotto color crema, trucco e acconciatura alla moda, come fosse uscita poco prima da un salone di bellezza. Niente farebbe ipotizzare, a chi dovesse notarli in strada o incrociarli nell’androne di un palazzo, che siano dei ladri, o meglio, dei «topi d’appartamento».

ad
La coppia di ladri fermata e fotosegnalata

Hanno pensato bene che vestiti in maniera così elegante non avrebbero – come effettivamente è accaduto – dato nell’occhio, ma che anzi si sarebbero confusi tra la gente dello stabile in cui si apprestavano ad agire. Sfortuna ha voluto per loro che non appena riusciti ad entrare nell’ufficio di un professionista, siano stati scoperti in diretta, grazie a un complesso sistema di videosorveglianza. Le telecamere hanno rimandato le immagini direttamente sullo smartphone del padrone dello studio, che ha prima allertato la polizia e poi si è diretto nei pressi di Piazza Matteotti, dove appunto si trova il suo ufficio. Tutto ciò è accaduto nel cuore della notte a cavallo tra Natale e Santo Stefano. I ragazzi sono stati intercettati prima che potessero portare via alcunché e prontamente bloccati. Sono stati portati in commissariato, identificati, fotosegnalati e quindi rilasciati. Le forze dell’ordine indagano per risalire ad eventuali altri colpi messi a segno nella zona dalla elegantissima coppia di ladri. Allarmante e di grande astuzia la tecnica praticata, mise impeccabile, idea rubata ai truffatori, forse tra i primi a utilizzarla per i propri raggiri.

Riproduzione Riservata