venerdì, Maggio 27, 2022
HomeNotizie di PoliticaLa sai l’ultima? La Clemente dice di non essere candidata

La sai l’ultima? La Clemente dice di non essere candidata

Lo strano caso dell’assessore, che con la sua difesa (afferma di non essere ancora iscritta alla gara elettorale) offende l’intelligenza dei napoletani

di Giancarlo Tommasone

Della serie: la toppa è peggio del buco. Nelle scorse ore, dopo che alcuni esponenti della politica cittadina e regionale, in seguito al caso sollevato da Stylo24, si sono accorti che Alessandra Clemente è da mesi in campagna elettorale da assessore in carica e ne hanno chiesto le dimissioni, la delegata a Polizia municipale e Giovani (ma le deleghe sono in totale 12) si è difesa, replicando: «Sarò candidata quando si presenteranno le liste». Dunque, tutto quanto fatto e detto finora, con l’iscrizione alla corsa addirittura lo scorso ottobre, con i manifesti che spuntano in ogni angolo della città, con gli appuntamenti di campagna elettorale partiti da mesi, è da ritenersi qualcosa che succede all’insaputa di Alessandra Clemente.

L’intervista che la smentisce

Ma è proprio così? In effetti no, e le scuse accampate dall’assessore, che secondo quanto dice, dovrebbe lasciare l’incarico un mese prima (quando appunto si presentano le liste) della tornata di ottobre, offendono l’intelligenza dei napoletani. Vogliamo ricordare che non si contano le interviste sui giornali che la Clemente ha rilasciato da candidata sindaco, per non parlare dei già citati manifesti, fino ad arrivare alle recenti ospitate. Una delle ultime della serie (di cui Clemente pubblica il podcast, ieri sulla sua pagina Facebook), è l’intervista radiofonica concessa a Crc. Viene presentata come assessore e come candidata alla fascia tricolore, e nel corso dell’intervista afferma, che nel caso dovessero arrivare i partiti a sostenere la sua candidatura, sarebbe propensa ad accettare l’endorsement. Ma poche ore dopo quell’intervento, la Clemente afferma di non essere candidata e che lo sarà solo dopo la presentazione delle liste.

Alessandra Clemente
candidata «a sua insaputa»

A questo punto, visto l’andamento ondivago dell’assessore, potremmo pure aspettarci che da un momento all’altro non si candidi più. E allora cosa farà la Clemente: appoggerà Bassolino, D’Angelo, Manfredi, Maresca? Oppure, la Clemente continuerà a fare l’assessora-candidata, o peggio la candidata «abusiva»? Peccato che il più grande politologo italiano, Giovanni Sartori, sia morto, e non possa studiare la nuova categoria inaugurata da Alessandra Clemente: quella del candidato a sua insaputa.

Leggi anche...

- Advertisement -