Il progetto è stato annunciato da De Luca, il quale prevede un investimento fra i 400-500 milioni sul modello del Crescent realizzato a Salerno

Questo progetto era stato annunciato dal governatore De Luca già alla vigilia delle regionali dello scorso anno. Ieri mattina, come si legge sulle colonne del Mattino a firma di Adolfo Pappalardo, aggiunge l’idea di una nuova sede regionale, alle già programmate idee di un nuovo hub e il ridisegno della porta di ingresso ad est della città.

ad

Il progetto, che prende esempio dal Crescent di Salerno a firma di Ricardo Bofill, non prevede solo la nuova sede della Regione: riguarda dalla zona che va dalla stazione di Porta Nolana a quella Centrale, e verrebbe recuperata rendendo sotterraneo il passaggio dei treni, tra un’area mista fra l’edificabile ed il verde. Ci sarà un finanziamento dalla regione a favore dell’Eav che è soggetto attuatore.

Inoltre, sarà realizzata una completa integrazione fra il nodo ferroviario di RFI di Napoli Garibaldi e le linee vesuviane: un nuovo hub di circa 145mila metri quadrati. Quest’idea, per intercettare il traffico veicolare che proviene dalla A3, evitando l’attuale intasamento su via Galileo Ferraris, per convogliarlo, appunto, in questo nuovo hub.

Riproduzione Riservata