Il boss Giuseppe Polverino subito dopo la sua estradizione dalla Spagna

L’uomo ritenuto responsabile di aver intrecciato una relazione sentimentale con la moglie del killer di Siani

Attraverso una lettera, con tanto di scuse, il boss Giuseppe Polverino ha ammesso di essere stato il mandante di un omicidio, quello del muratore Santino Passaro. La confessione è avvenuta ieri in aula. Polverino – che va sottolineato, ammettendo le sue responsabilità, non ha nei fatti, dato seguito a una collaborazione con la giustizia – quando diede quell’ordine era latitante in Spagna. Il muratore fu ucciso perché ritenuto responsabile di aver intrecciato una relazione sentimentale con la moglie di Armando Del Core, boss dei Nuvoletta, che sconta l’ergastolo per l’omicidio del giornalista Giancarlo Siani. La notizia è stata riportata dal quotidiano Il Mattino.

Riproduzione Riservata