domenica, Dicembre 5, 2021
HomeInchieste e storia della camorraLa compagna del carabiniere infedele e il pass «illecito» per la Ztl

La compagna del carabiniere infedele e il pass «illecito» per la Ztl

La richiesta per il permesso alla fidanzata di Montella presentata dal comandante della caserma Levante (sequestrata nell’ambito dell’operazione Odysséus)

Dall’inchiesta che nelle scorse settimane è esplosa, mettendo al centro della scena la caserma Levante di Piacenza – l’unica nella storia centenaria dell’Arma, a finire sotto sequestro – emerge come la stragrande maggioranza dei carabinieri in servizio presso la stazione, oltre a coprirsi a vicenda, si scambiavano anche dei favori.

Gli appostamenti, il servizio di intelligence

Nel corso di una intercettazione, gli investigatori che indagano sul presunto giro di sostanze stupefacenti, effettuato dal gruppo capeggiato dall’appuntato Giuseppe Montella e dal «civile» Daniele Giardino, si imbattono anche nella vicenda di un pass per accedere nella zona a traffico limitato, del centro di Piacenza.

Le intercettazioni / I timori del carabiniere:
«Pulite tutta casa, altrimenti quelli arrivano a me»

E’ quello che – in maniera del tutto illecita – è stato procurato alla compagna di Montella, il cosiddetto «pass bianco», riservato a chi ricopre incarichi di funzione pubblica. Non è quindi il caso di Maria Luisa Cattaneo (fidanzata di Montella, finita ai domiciliari nell’ambito dell’inchiesta in oggetto). Alla donna è stato rilasciato comunque il permesso, nonostante non ne avrebbe avuto diritto. Gli investigatori, incrociando i dati ed effettuando dei controlli, risalgono a una circostanza ancor più inquietante.

Leggi anche / «Il carabiniere trasportava
droga anche quando in auto c’erano i bambini»

La richiesta per quel pass – si scopre – è stata presentata addirittura dal maresciallo Marco Orlando, comandante della stazione dei carabinieri Piacenza Levante (anche lui è stato arrestato nel corso dell’operazione Odysséus ed è stato condotto ai domiciliari). Ma in virtù di quale motivazione, si concede poi il permesso? Sul documento relativo alla richiesta presentata per conto di Cattaneo, il maresciallo Orlando, scrive: «Moglie del sig. Giuseppe Montella».

Leggi anche...

- Advertisement -