L'ex assessore regionale, Ennio Cascetta

Gli inquirenti: professore a tempo pieno alla Federico II e consulente in qualità di ingegnere, in assoluta incompatibilità

E’ stato condannato al pagamento di quasi 570mila euro. La Sezione giurisdizionale regionale per la Campania ha condannato l’ex assessore regionale, Ennio Cascetta al pagamento, in favore dell’Università degli Studi Federico II di Napoli, della somma di 569.640,77 euro. Cascetta è stato anche condannato al pagamento, in favore dell’Erario, delle spese di sentenza. Il professor Ennio Cascetta ha ricevuto un invito a dedurre dalla Corte dei Conti nel luglio 2019, nell’ambito di una inchiesta contabile culminata nel sequestro conservativo di beni per quasi 900mila euro. La guardia di finanza, coordinata dal magistrati contabili, aveva ricostruito e quantificato un danno erariale di circa 900mila euro, dall’anno 2012 all’anno 2015, ai danni dell’Università degli Studi Federico II di Napoli: l’ex assessore aveva, secondo gli inquirenti, percepito indebitamente compensi per consulenze in qualità di ingegnere, in assoluta incompatibilità con lo status di docente ordinario a tempo pieno.