(Notte di terrore al Parco Verde di Caivano)

Ancora una notte ad altissima tensione: a preoccupare è soprattutto il terrificante raid di Caivano, dove un commando ha esploso quasi trenta colpi di pistola nel fortino del clan

Ancora una notte di inferno tra la periferia e l’hinterland nord di Napoli. I pistoleri della mala partenopea sono tornati a fare la voce grossa e l’hanno fatto in due distinti raid. Il primo, di proporzioni davvero inquietanti, è avvenuto nel cuore del Parco Verde di Caivano, dove sono stati esplosi ben ventisei colpi di arma da fuoco: nella stesa sarebbe stato utilizzato persino un fucile. La seconda stesa è stata invece registrata nel quartiere Miano, già teatro di recenti, gravi fatti di sangue. 

Sul primo episodio indagano i carabinieri. Sono stati i militari della compagnia di Casoria a intervenire in viale Tulipano, all’interno del Parco Verde di Caivano, dove era stata segnalata l’esplosione di colpi d’arma da fuoco. Sul posto i militari, con il supporto del nucleo Investigativo di Castello di Cisterna, hanno rinvenuto 26 bossoli verosimilmente riconducibili a più di un’arma. Indagini in corso per identificare i responsabili. Nessun ferito. Per il momento non risultano danni a cose. Il commando, stando a una prima ricostruzione della vicenda, ha fatto fuoco mentre in strada, complice anche il caldo afoso di ieri, era ancora presente un gran numero di persone. Colpi di pistola sono stati poi esplosi poco più tardi anche a Miano, precisamente in via Del Ponte: su quest’ultimo episodio indaga adesso la polizia.

ad
Riproduzione Riservata