(Sull'episodio indaga adesso la polizia)

Notte di piombo a Torre Annunziata, esplosi oltre dieci colpi di pistola in corso Vittorio Emanuele III: caccia al commando in tutta la città

di Luigi Nicolosi

ad

Le pistole della camorra tornano a infiammare l’estate napoletana. Notte ad altissima tensione, quella appena trascorsa, nel Vesuviano. Un gruppo di fuoco è entrato in azione in corso Vittorio Emanuele III, nel pieno centro di Torre Annunziata, sparando all’impazzata in aria e contro l’auto di una pregiudicata della zona. Per fortuna nessun passante è rimasto coinvolto nel raid, ma l’episodio, sul quale indaga la polizia, ha già innescato non poche preoccupazioni negli ambienti investigativi.

La sparatoria è avvenuta in piena notte. Intorno all’una i numeri di pronto intervento delle forze dell’ordine hanno infatti ricevuto le prime segnalazioni di esplosioni di colpi d’arma da fuoco. I riscontri non si sono purtroppo fatti attendere. Giunti sul posto, i poliziotti del commissariato di zona e i tecnici della Scientifica hanno repertato una decina di bossoli e individuato cinque fori di entrata sulla fiancata del suv risultato poi di proprietà di una donna già nota per reati di droga. Ascoltata già nell’immediatezza dei fatti, la diretta interessata ha sostenuto di non aver ricevuto minacce o subito avvicinamenti da parte di qualcuno che potesse avercela con lei. Una versione che sembra però convincere non più di tanto gli investigatori che adesso stanno lavorando al caso.